menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Italia Solidale: "L'adozione a distanza per salvare migliaia di bimbi"

BRINDISI - E' la coordinatrice di Italia Solidale per Brindisi e Lecce, Mia Caforio, che si occupa di adozioni a distanza a lanciare un appello accorato e, come di consueto, carico di positivo entusiasmo. Sarà a Brindisi sabato 17 alle ore 17, presso la parrocchia San Giustino De Jacobis al quartiere Bozzano per incontrare i brindisini e portare loro tante testimonianze che possano smuovere le coscienze.

BRINDISI - E' la coordinatrice di Italia Solidale per Brindisi e Lecce, Mia Caforio, che si occupa di adozioni a distanza a lanciare un appello accorato e, come di consueto, carico di positivo entusiasmo. Sarà a Brindisi sabato 17 alle ore 17, presso la parrocchia San Giustino De Jacobis al quartiere Bozzano per incontrare i brindisini e portare loro tante testimonianze che possano smuovere le coscienze.

"Oggi le persone hanno davvero un'enorme bisogno di rispetto, di amore e la cultura - racconta l'avvocato Caforio che porta la sua testimonianza in giro per l'Italia - esperienze di vita che sono alla base del nuovo modo di fare adozione a distanza di Italia Solidale e che rappresentano un contributo importante per soddisfare la fame dello spirito e del corpo".

Per realizzare tutto questo è necessario un movimento d'amore, per il quale sono sufficienti 300 ? all'anno (25 ? al mese) per ogni adozione. Chiunque può sperimentare la gioia di un'adozione a distanza, consultando il sito www.italiasolidale.org oppure telefonando al n. 06.68.77.999.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Vaccini anti Covid: in campo anche gli odontoiatri pugliesi

  • Emergenza Covid-19

    Covid. Sindaco infermiere in prima linea per somministrare i vaccini

  • Emergenza Covid-19

    Campagna vaccinale anti Covid, centri aperti per 75enni e 74enni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento