rotate-mobile
Cronaca

L'assassino non era un estraneo

MILANO – In tutto sarebbero state una decina, le coltellate al viso, al torace e alla schiena che non hanno lasciato scampo, si presume lunedì sera, alla 70enne brindisina che viveva a Milano, Lucia Scarpa. Secondo gli investigatori la donna conosceva il suo assassino, perché in casa non c è nessun segno di effrazione, tutti i monili custoditi dall’anziana erano al loro posto.

MILANO - In tutto sarebbero state una decina, le coltellate al viso, al torace e alla schiena che non hanno lasciato scampo, si presume lunedì sera, alla 70enne brindisina che viveva a Milano, Lucia Scarpa. Secondo gli investigatori la donna conosceva il suo assassino, perché in casa non c è nessun segno di effrazione, tutti i monili custoditi dall'anziana erano al loro posto.

Gli uomini della squadra mobile milanese, sezione omicidi, hanno individuato una decina di persone che frequentavano a vario titolo l'abitazione della 70enne, tra cui la colf, che ogni quindici giorni si recava in Via Romolo Gessi 53 per fare le faccende domestiche e un uomo, conosciuto sembra l'estate scorsa, prima che Lucia Scarpa partisse per le vacanze con i parenti, in un bar della zona Washington, che aiutava a curare le piante che aveva in casa.

Non tutte le persone individuate sono state, però, identificate dagli investigatori. Al momento si sa che Lucia Scarpa lunedì pomeriggio intorno le ore 14 aveva parlato al telefono con la sorella Silvia che vive a Bergamo. A quanto appreso dai parenti della vittima, gli investigatori milanesi fanno sapere che la 70enne brindisina era una donna molto pacata e che dal 2003, quando rimase vedova del marito, non ha più avuto altre relazioni.

Lucia Scarpa, lascia due figli Francesco e Simona, rispettivamente di 50 e 43 anni. Visto il tenore di vita della povera vittima, prende piede l'ipotesi che ad assassinare Lucia Scarpa fosse una persona a lei conosciuta. Il pm ha disposto l'autopsia sul corpo della donna. Intanto prosegue l'indagine della squadra mobile di Milano per omicidio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'assassino non era un estraneo

BrindisiReport è in caricamento