rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca Carovigno

Eternit sulla costa tra Specchiolla e Pennagrossa, mai bonificata

Eloquente la foto inviataci da un lettore che ha individuato la lastra di amianto in località Chiancaredde

SPECCHIOLLA (Carovigno) - E' il tratto di costa di competenza del Comune di Carovigno meno curato e sommerso dai rifiuti accumulati per anni dal mare, quello tra Specchiolla e Pennagrossa. Eppure nell'immediato entroterra si continua a costruire grazie anche all'assenza di un Piano urbanistico generale, e sul mare si continua a inquinare. Ecco nella foto inviataci da una lettore una grande lastra di Eternit abbandonata sulla scogliera bassa che caratterizza la zona, nota anche come le Chiancaredde, a meno di un chilometro dal confine nord-ovest dell'Area marina protetta di Torre Guaceto.

E' molto probabile che questo pericoloso rifiuto speciale resti lì dove si trova per un pezzo, assieme a plastiche, recipenti metallici, polistirolo, cime di imbarcazioni e rottami di ogni genere portati dalle mareggiate. Frammenti di Eternit sono del resto frammisti anche alla sabbia in un tratto molto frequentato di spiaggia libera a Specchiolla, subito dopo l'ex campo di tiro a volo dove inizia il lungo arenile che porta sino a Pantanagianni. Il Comune di Carovigno non ha mai provveduto alla bonifica malgrado le segnalazioni replicate negli anni. Si tratta di frammenti di piccole dimensioni, perchè col passare del tempo le lastre si sono frantumate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eternit sulla costa tra Specchiolla e Pennagrossa, mai bonificata

BrindisiReport è in caricamento