Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Latiano / Via Giacomo Matteotti

A fuoco l'auto di un muratore e di un bracciante agricolo. Si indaga

Due auto andate a fuoco a Latiano, in due strade diverse ma parallele e a distanza di poco più di un'ora l'una dall'altra. In nessuno dei due casi sono state trovate tracce riconducibili a qualche azione dolosa. Ma si indaga

LATIANO – Due auto andate a fuoco a Latiano, in due strade diverse ma parallele e a distanza di poco più di un’ora l’una dall’altra. In nessuno dei due casi sono state trovate tracce riconducibili a qualche azione dolosa. Si tratta di una Seat Ibiza di un muratore e una Lancia Lybra di un bracciante agricolo, entrambi sconosciuti alle forze dell’ordine.

La prima era parcheggiata in via Matteotti, una traversa di via Francavilla, ed è andata a fuoco poco dopo le 3 della notte scorsa. Le fiamme, spente dai vigili del fuoco, hanno danneggiato anche un’altra auto parcheggiata accanto. Dopo meno di un’ora sempre i vigili del fuoco si sono spostati su un’altra traversa di via Francavilla, in via Giovanni Forleo perché stava andando a fuoco un’altra vettura, la Lybra del bracciante agricolo. In entrambi i casi sono intervenuti anche i carabinieri per gli accertamenti di rito. In nessuno dei due episodi sono state trovate evidenti tracce di qualche mano incendiaria, le fiamme all’arrivo dei soccorsi erano già alte (nella foto a destra, Gerardo Vero).

Non essendo stata individuata la matrice dolosa sarà complicato per i carabinieri ricostruire la vicenda, un aiuto potrebbe giungere da qualche telecamera installata nella zona e dalla collaborazione dei proprietari. Certo è che risulta sempre più difficile credere all’ipotesi della causa accidentale, e gli stessi investigatori non sono per niente convinti che dietro a questi così ricorrenti incendi non vi siano origini delittuose. Ma per essere ricercato un ipotetico responsabile deve essere individuata almeno qualche traccia che faccia ipotizzare il dolo, purtroppo dal sopralluogo dei vigili del fuoco spesso non emergono elementi di questo genere e diventa sempre più difficile risolvere questi casi. “Se le auto davvero si incendiano da sole, allora nel Brindisino questo fenomeno dovrebbe essere studiato dal punto di vista scientifico”, spiega (ironicamente) uno degli investigatori che si sta occupando di questa vicenda e di tutti gli altri incendi auto “senza dolo” che si sono verificati nell’ultimo periodo nel Brindisino. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A fuoco l'auto di un muratore e di un bracciante agricolo. Si indaga

BrindisiReport è in caricamento