Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Francavilla Fontana

Furto di energia elettrica da 9mila euro: arrestati suocero e genero

L'ennesimo furto di energia elettrica scoperto dai carabinieri vede protagoniste stavolta due famiglie residenti rispettivamente al pian terreno e al primo piano di una palazzina nel centro di Latiano. Il 69enne F.F., pensionato, e suo genero, il 47enne A.C., disoccupato, avevano bypassato il contatore

LATIANO – L’ennesimo furto di energia elettrica scoperto dai carabinieri vede protagoniste stavolta due famiglie residenti rispettivamente al pian terreno e al primo piano di una palazzina nel centro di Latiano. Il 69enne F.F., pensionato, e suo genero, il 47enne A.C., disoccupato, avevano bypassato il contatore, collegandosi alla rete elettrica attraverso un allaccio abusivo. Gli unici consumi che i due avrebbero pagato erano quelli riguardanti la luce.  Per il resto (elettrodomestici, climatizzatori e quant’altro) il gestore del servizio, l’Enel, era anni che non percepiva un euro.

Proprio personale dell’azienda energetica, nella mattinata di ieri (26 febbraio) ha fatto visita ai latianesi, con i carabinieri della locale stazione coordinati dal comandante D’Oria. I tecnici hanno dovuto rompere un muro per tirare fuori il cavo di derivazione collegato a un montante dell’Enel che si trovava in strada. Da quanto appurato dalle forze dell’ordine, l’ammontare del furto sarebbe pari complessivamente a 18mila euro (9mila euro a famiglia). I due capifamiglia sono stati arrestati per furto aggravato di energia elettrica e subito, di concerto con il pm di turno del tribunale di Brindisi, rimessi in libertà. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto di energia elettrica da 9mila euro: arrestati suocero e genero

BrindisiReport è in caricamento