menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lavoratori ex Nubile ed Elettrogas resta il nodo, incontro a Bari

Domani riunione alla presenza del commissario per i rifiuti Grandaliano. Il Cobas: "Accordi disattesi"

BRINDISI - Riunione a Bari, chiesta dal sindacato Cobas sul futuro dei lavoratori ex Nubile ed Elettrogas, rimasti senza impiego dopo i sequestri della discarica di Autigno e dell'impianto di Cdr a Brindisi, l'una e l'altro ancora sotto sigillo dopo le inchieste della Procura. I rappresentanti della sigla sindacale incontrenno domani, martedì 11 settembre  alle 14,30 presso la presidenza della Regionale Puglia Barbara Valenzano, responsabile per la Regione del ciclo dei rifiuti; il sindaco di Brindisi Riccardo Rossi, e il commissario ad acta per il servizio di gestione del ciclo dei rifiuti Gianfranco Grandaliano.

Roberto Aprile, Cobas, al microfono-2-2

"Gli accordi assunti tre anni fa, per il ritorno al lavoro di queste unità, sono stati disattesi", sottolinea Roberto Aprile del Cobas. "Abbiamo ricevuto  nel corso di queste settimane il sostegno del sindaco Riccardo Rossi e della dell'assessore all'Ecologia Roberta Lopalco, ai quali abbiamo anche detto che gli interventi di bonifica e messa in sicurezza della discarica di Autigno sono, a nostro avviso, completamente insufficienti".

"Sembrava cosa fatta tre anni fa con l’affidamento dell’impianto di Cdr all’Amiu, la municipalizzata dei rifiuti di Bari  cosa poi improvvisamente scomparsa", prosegue Aprile. "I lavoratori sono addirittura sotto processo accusati di  aver bloccato l’ingresso a lavoratori e mezzi provenienti da Bari per conto dell’Amiu, i quali dovevano smaltire i  rifiuti rimasti accatastati dopo il sequestro giudiziario".

"L’impianto di Cdr deve essere necessariamente ripristinato per  trattare a Brindisi il rifiuto indifferenziato chiamato tal quale  che permette una serie di vantaggi ambientali, recupero di frazioni, diminuzione di volume dei rifiuti con la tritovagliatura. Di questo impianto la provincia  ha assolutamente bisogno perché Brindisi e altri comuni sono  costretti a mandare i rifiuti fuori con notevole aggravio di costi per le tasche dei contribuenti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento