Cronaca Ceglie Messapica

Lavori abusivi nel bosco: imprenditore denunciato, zona sequestrata

Mai autorizzate opere di spianamento con terra frammista a pietrisco: la contestazione mossa nei confronti di un cegliese di 52 anni

CEGLIE MESSAPICA - Lavori abusivi perché mai autorizzatui sono stati scoperti dai carabinieri forestali della Stazione di Ceglie Messapica su un’ area di 884 metri quadri all’ interno di una pineta, il località “Masseria Moretto”, nell’ agro della cittadina collinare: la zona è stata sottoposta a sequestro e un imprenditore è stato denunciato.

Il rappresentante legale della società proprietaria della pineta, C.B., cegliese di 52 anni, è stato deferito alla Procura della Repubblica di Brindisi per aver realizzato lavori di trasformazione del suolo nel complesso boscato, senza alcuna autorizzazione. I lavori, prontamente bloccati dall’ intervento dei Forestali, consistevano al momento dell’ accertamento e sequestro, in opere di spianamento con scavi e reinterri, utilizzando terra frammista a pietrisco.

I boschi sono tutelati per legge, ai sensi del “Codice dei beni culturali e del paesaggio” (D.Lgs. 42 del 2004, art. 142), per cui ogni intervento, che non sia di ordinaria manutenzione selvicolturale, deve essere accompagnato da specifica autorizzazione paesaggistica.

Nel caso in questione, la pineta era anche inserita fra i complessi boscati censiti e tutelati dal Piano Paesaggistico Territoriale Regionale della Regione Puglia, fondamentale strumento pianificatorio del territorio a salvaguardia delle più importanti emergenze paesaggistiche.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavori abusivi nel bosco: imprenditore denunciato, zona sequestrata

BrindisiReport è in caricamento