Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

Spiegato il "mistero" dei lavori nel lotto sottoposto a vincolo in via del Mare

Ritornano le ruspe sul terreno di via del Mare vincolato dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici: in questi giorni infatti la presenza di un’escavatrice e il successivo abbattimento del muro di cinta su via del Mare, aveva catturato l’attenzione di molti cittadini che si sono chiesti cosa sarebbe accaduto ad un’area sottoposta a vincolo

BRINDISI - Ritornano le ruspe sul terreno di via del Mare vincolato dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici: in questi giorni infatti la presenza di un’escavatrice e il successivo abbattimento del muro di cinta su via del Mare, aveva catturato l’attenzione di molti cittadini che si sono chiesti cosa sarebbe accaduto ad un’area sottoposta a vincolo, soprattutto all’indomani del caso Fontana Tancredi.

Il terreno, che si estende da via Antonio Fratti, la salita che collega via del Mare con via Lata, allo stabile che ospita l’hotel L’Approdo, è da anni al centro di un contenzioso tra Comune, Società trasporti pubblici Stp di Brindisi, a cui è stato affidato il terreno, e Soprintendenza per i Beni Archeologici della Puglia che, dopo il ritrovamento di resti archeologici, avvenuto durante gli scavi di costruzione di un parcheggio multipiano su progetto della già citata Stp, pose un vincolo sull’intera area bloccando i lavori e lasciando di fatto il sito abbandonato a se stesso, con mura di recinzione diventate, nel corso degli anni, pericolosamente instabili e una folta vegetazione, cresciuta all’interno di esse, che, complice la presenza di topi e l’abitudine di abbandonarci rifiuti, ha creato non pochi problemi al vicinato.

Chi ha notato i recenti movimenti della ruspa perciò si è interrogato sul futuro dell’area: sono ripresi i lavori per la costruzione del parcheggio multipiano (progetto che dagli inizi del Duemila ha tenuto impegnati i tre soggetti sopracitati tra autorizzazioni concesse e poi ritirate)? Qualcuno ha deciso di costruirsi una casa con vista porto e qualche reperto archeologico disseminato tra il garage e la taverna?

lavori sul terreno di via del Mare 1-2“Abbiamo dato il via libera al Comune di Brindisi per i lavori di messa in sicurezza delle mura e del tratto stradale adiacente - raggiunta da BrindisiReport.it, risponde la dottoressa Assunta Cocchiaro, funzionario archeologo presso la sede tarantina della Soprintendenza -. Il vincolo rimane, ma si sono resi necessari degli interventi, che non causeranno danni ai reperti presenti”.

La città di Brindisi, nel corso dei secoli, è stata devastata da numerosi terremoti che hanno provocato macerie e crolli, materiali mai rimossi e che nel tempo hanno costituito una sorta di volume di riempimento, una sovrapposizione di strati che, soprattutto nell’area in questione, ha creato un innalzamento del livello stradale. Via Lata, per fare un esempio, risulta più alta di circa un metro e mezzo rispetto al pavimento dell’antico tempio presente sotto la chiesa di Santa Lucia, che originariamente non era affatto una cripta, come invece viene definito oggi.

Va da sè che sono tantissime le testimonianze del nostro passato ancora sepolte da strati e strati di terra; il terreno vincolato dalla Soprintendenza faceva parte dell’antica cinta muraria (XVI secolo) che da Porta Lecce proteggeva la città, affacciandosi sull’attuale via del Mare fino al porto, incorporando diversi bastioni, come quello demolito dello Sperone che si trovava proprio nelle vicinanze del terreno di via Fratti.

Secoli e secoli di storia che giacciono sotto i nostri piedi. “I lavori sul terreno vanno avanti col benestare della Soprintendenza, da tempo volevamo intervenire su quest’area, fatiscente e pericolosa - dichiara l’assessore ai Lavori Pubblici, Cosimo D’Angelo - una volta conclusi i lavori miglioreremo sia la sicurezza degli automobilisti, sia la qualità della vita di chi abita nelle vicinanze del terreno. Voglio precisare che i lavori sono supervisionati da un’archeologa, in alcun modo interverremo sulla zona dei ritrovamenti”, conclude l’assessore.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spiegato il "mistero" dei lavori nel lotto sottoposto a vincolo in via del Mare

BrindisiReport è in caricamento