Cronaca

Lavoro nero e irregolare, 22 casi su 40

BRINDISI - Dodici aziende controllate, 40 lavoratori intervistati, oltre la metà non in regola o in nero. Questo il quadro emerso da una servizio disposto dalla Direzione Territoriale del Lavoro di Brindisi, Ne dà notizia il direttore Mario Chiarello, il quale "comunica che nel quadro delle recenti iniziative volte a contrastare il fenomeno del lavoro irregolare e sommerso della Provincia di Brindisi con particolare riferimento ai comuni di Brindisi, Francavilla Fontana, San Vito dei Normanni e Cellino San Marco, il Nucleo Ispettivo del Lavoro dei Carabinieri (Nil) di questa Direzione Territoriale ha eseguito i controlli su 12 aziende".

Aziende controllate dai carabinieri

BRINDISI - Dodici aziende controllate, 40 lavoratori intervistati, oltre la metà non in regola o in nero. Questo il quadro emerso da una servizio disposto dalla Direzione Territoriale del Lavoro di Brindisi, Ne dà notizia il direttore Mario Chiarello, il quale "comunica che nel quadro delle recenti iniziative volte a contrastare il fenomeno del lavoro irregolare e sommerso della Provincia di Brindisi con particolare riferimento ai comuni di Brindisi, Francavilla Fontana, San Vito dei Normanni e Cellino San Marco, il Nucleo Ispettivo del Lavoro dei Carabinieri (Nil) di questa Direzione Territoriale ha eseguito i controlli su 12 aziende".

Il controllo è avvenuto "intervistando 40 lavoratori, di cui 16 risultavano non in regola con la normativa che disciplina i contratti di lavoro, e 6 totalmente non dichiarati (cosiddetti in nero). Sono state contestate quindi sanzioni amministrative per un totale di 14.000 euro e penali per un importo di 20.000 euro, deferite 6 persone all'autorità giudiziaria e sospesa l'attività di due aziende per il ricorso al lavoro nero, con un recupero contributivo complessivo di 42.000 euro".

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro nero e irregolare, 22 casi su 40

BrindisiReport è in caricamento