rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cronaca Via Benedetto Brin

Le vecchie mura del "Fanuzzi" divorate da degrado e incuria: serve un restyling

Ferri arrugginiti spuntano dal muro perimetrale dello stadio Franco Fanuzzi, scoperti dall'intonaco che se ne cade a pezzi. Lo stato di degrado in cui versa la struttura è lampante soprattutto in corrispondenza della tribuna centrale e della curva sud. Dalla porta situata nei pressi degli spogliatoi si staccano pezzi di calcinacci

BRINDISI – Ferri arrugginiti spuntano dal muro perimetrale dello stadio Franco Fanuzzi, scoperti dall’intonaco che se ne cade a pezzi. Lo stato di degrado in cui versa la struttura è lampante soprattutto in corrispondenza della tribuna centrale e della curva sud. Dalla porta situata nei pressi degli spogliatoi si staccano pezzi di calcinacci.

Il vecchio arco d’epoca fascista realizzato fra la gradinata e la curva sud si sta lentamente sgretolando. Della scritta che La porta della tribuna-2campeggiava sul frontone (“campo sportivo comunale”) sono visibili poche lettere. Il fabbricato (inaugurato nel 1929 insieme al resto del muro perimetrale, compreso l’ingresso in curva nord) sente tutto il peso dei suoi 85 anni di storia.

L’area era stata di recente transennata per ragioni di sicurezza. Ma una volta rimosse le transenne, non è stato fatto nulla per consolidare l’opera. L’incuria, anzi, regna sovrana anche all’interno dello stadio, dove i locali destinati alla stampa rappresentano un pessimo biglietto da visita per i giornalisti al seguito delle squadre ospiti. Tutto questo stride con quei cartelloni esposti in via Benedetto Brin, sui quali campeggia la scritta: “Brindisi Città europea dello sport 2014”.   

Le mura del Fanuzzi

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le vecchie mura del "Fanuzzi" divorate da degrado e incuria: serve un restyling

BrindisiReport è in caricamento