menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lettera intimidatoria al comandante della Municipale: "Sono tranquillo"

Un messaggio offensivo è stato recapitato stamani al capitano Morelli, comandante della polizia locale di Oria, al suo rientro in ufficio dopo una settimana di ferie. "E' uno sprone ad andare avanti"

ORIA – Nel rientrare in ufficio dopo una settimana di ferie, ha trovato ad attenderlo una lettera densa di insulti il capitano Antonio Morelli, comandante da un paio d’anni della polizia locale di Oria. “Ti possa venire un cancro – è il contenuto del messaggio scritto con una penna biro, a caratteri maiuscoli, su un foglio a righe – a te e a tua madre, i tuoi figli se ce ne (e altro ancora, ndr)”. Contattato da BrindisiReport, Morelli si dice tranquillo. “Questo per me è il segnale – afferma l’ufficiale – che il lavoro che stiamo facendo è proficuo. Mi sento spronato a proseguire su questa strada”.

cefcd9cc-e760-4866-976f-fcea15ce025a-2

La lettera ovviamente è anonima. Sarà estremamente complicato risalire all’autore (a meno che questo non abbia commesso l’impudenza di lasciare le proprie impronte sulla busta), anche se Morelli sostiene di essersela fatta un’idea di quale possa essere la provenienza del messaggio. “Sulla base delle attività svolte nell’ultimo periodo – spiega il comandante – ci sono delle persone alle quali associo la lettera. Ma è chiaro che servono delle prove per poter muovere delle accuse specifiche”.

Dell’accaduto si occuperanno i carabinieri della locale stazione diretti dal maresciallo Roberto Borrello, ai quali verrà sporta querela. Nel frattempo Morelli ha incassato la solidarietà del sindaco di Oria, Cosimo Ferretti, e di alcuni consiglieri comunali, sia di maggioranza che di opposizione.

“E’ da 18 anni che svolgo servizio per la strada (prima di approdare al comando di Oria, Morelli è stato per 10 anni responsabile dei motociclisti della polizia municipale di Taranto, ndr). Sono vaccinato. Capisco - afferma ancora Morelli - che al mondo non c’è solo gente che accetta il lavoro che facciamo.  Per questo non mi turbo più di tanto. Sarebbe come dare a queste persone un’importanza che non meritano. Come si suol dire in questi casi, tanti nemici tanto onore". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento