rotate-mobile
Cronaca

Libera la nave, attesa per i marò

KOCHI – A due condizioni, una fideiussione di 30 milioni di rupie (circa 440 mila euro) a favore dello stato del Kerala che impegna l'armatore a ottemperare a un'eventuale richiesta di comparizione del capitano o dell'equipaggio nell'ambito dell'inchiesta, e un impegno scritto della compagnia di navigazione Fratelli D'Amato nei confronti delle autorità indiane qualora abbiano bisogno di acquisire altri indizi, dopo sei settimane di sosta forzata al largo delle coste dell'India meridionale, la petroliera Enrica Lexie potrà salpare grazie a un via libera dell'Alta Corte del Kerala giunto oggi al termine di una strenua battaglia legale.

KOCHI - A due condizioni, una fideiussione di 30 milioni di rupie (circa 440 mila euro) a favore dello stato del Kerala che impegna l'armatore a ottemperare a un'eventuale richiesta di comparizione del capitano o dell'equipaggio nell'ambito dell'inchiesta, e un impegno scritto della compagnia di navigazione Fratelli D'Amato nei confronti delle autorità indiane qualora abbiano bisogno di acquisire altri indizi, dopo sei settimane di sosta forzata al largo delle coste dell'India meridionale, la petroliera Enrica Lexie potrà salpare grazie a un via libera dell'Alta Corte del Kerala giunto oggi al termine di una strenua battaglia legale.

"La partenza potrebbe avvenire già nei prossimi giorni - ha detto una fonte diplomatica - appena espletate alcune condizioni fissate dal giudice", tra cui una fideiussione da parte dell'armatore. La buona notizia è coincisa con l'arrivo in Kerala del ministro italiano della Difesa Giampaolo Di Paola, per incontrare i due fucilieri detenuti in una speciale cella del carcere del capoluogo di Trivandrum. C'è grande attesa per la decisione di oggi 30 marzo da parte dello stesso giudice dell'Alta Corte del Kerala sul ricorso per la giurisdizione internazionale, che martedì era slittata per un vizio di forma. La sensazione, negli ambienti diplomatici, è che siano ormai imminenti anche i risultati della perizia sulle armi dei marò, che oggi sono stati intervistati in carcere dal Tg1.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Libera la nave, attesa per i marò

BrindisiReport è in caricamento