menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Licenziamenti Cittadella, lavoratori Cetma: "Intervengano la sindaca ed Emiliano"

"Non si può far finta di nulla ed ignorare. Non possiamo più accettare che tutto quello che è stato costruito in questi anni venga liquidato nel silenzio generale"

Riceviamo e pubblichiamo un intervento attraverso il quale la  Rsa Fiom -Cgil del Cetma manifesta la propria solidarietà  ai lavoratori della Servizi Integrati che hanno fornito fino a ieri il servizio di vigilanza presso la Cittadella della Ricerca e che, a partire da oggi, 1 marzo 2017, si ritrovano a casa per decisione della Provincia di Brindisi di sospendere il servizio.

Forte è il sostegno che vogliamo esprimere ai quei lavoratori che per anni hanno effettuato quotidianamente il proprio servizio, indispensabile per presidiare le strutture e il patrimonio strumentale di Enti e Laboratori di Ricerca, pubblici e privati, Università, Enti di Formazione e Imprese che sono qui presenti con importanti investimenti.

Nel contempo vorremmo lanciare un forte monito e invito alla riflessione: ci domandiamo se è questa la strategia che la Provincia intende attuare per perseguire il proprio obiettivo, che come riportato sul sito istituzionale, è quello di "garantire la crescita del “Comprensorio” in funzione dello sviluppo economico e sociale del territorio."

Quali servizi la Provincia pensa di rendere in questo modo alle Imprese ed Enti pubblici che assicurano circa 300 posti di lavoro in Cittadella? Come crede la Provincia di favorire l'investimento di altri attori dello sviluppo (ricercatori, imprenditori, etc.) in un comprensorio in cui non si assicura neanche una vigilanza ed una guardiania?

Eppure ascoltiamo costantemente i soliti discorsi sul rilancio della Cittadella della Ricerca, sulla necessità di puntare su un modello di sviluppo basato sull’innovazione tecnologica e i saperi. Invece si continua a tagliare proprio in questi settori, disinvestendo e smantellando ciò che fu uno dei fiori all’occhiello di un passato neanche tanto remoto e di cui ci si fregia ancora all'occorrenza.

Chiediamo anche al Sindaco di Brindisi e al Presidente della Regione Puglia, che nelle rispettive campagne elettorali hanno avuto modo di constatare in prima persona l'importanza delle attività svolte dalle Imprese ed Enti pubblici insediati nella Cittadella della Ricerca e la loro ricaduta sul territorio, di intervenire. 

Non si può far finta di nulla ed ignorare. Non possiamo più accettare che tutto quello che è stato costruito in questi anni venga liquidato nel silenzio generale. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento