Cronaca Torchiarolo

Lido Presepe, villeggianti chiedono disinfestazione e bonifiche. Salute a rischio

Si chiede a gran voce prima di tutto la disinfestazione. Una residente è finita in ospedale per la reazione alle punture di zanzare

TORCHIAROLO – Hanno dovuto sedersi a tavolino, scrivere una lettera e raccogliere le firme, alcuni residenti di Lido Presepe, marina di Tochiarolo, per chiedere interventi che toccherebbero di diritto: pulizia, disinfestazione, controlli dei terreni abbandonati alcuni trasformati in discarica (altri diventati ricettacolo di animali), allaccio alla rete idrica, manutenzione dell’unica fontana che eroga acqua potabile.

La lettera, “scritta a mano”, che porta la firma di una 20ina di famiglie stanche del degrado che le circonda, è stata protocollata nella giornata di ieri, lunedì 30 luglio. Una copia è stata inviata anche al direttore sanitario Asl di Brindisi Angelo Greco.

Si chiede a gran voce prima di tutto la disinfestazione. Una residente è finita in ospedale per la reazione alle punture di zanzare. Altri, allergici a questi e altri insetti, sono costretti a chiudersi in casa.  Altri hanno dovuto ricorrere a cure mediche.

fontana lido presepe-3

Tutto è raccontato nella lettera. I firmatari lamentano anche la totale assenza di controlli dei suoli abbandonati, pieni di erba alta che in alcuni casi invade il manto stradale provocando il restringimento della carreggiata, viene indicata via Stella Polare. Questi suoli sono anche diventati ricettacolo di animali di ogni genere che poi invadono le case.

Un altro punto importante portato all’attenzione del sindaco e del direttore sanitario è lo stato in cui versa l’unica fonte di approvvigionamento dell’acqua potabile.

“La maggior parte delle abitazioni non è provvista di allaccio all’Acquedotto Pugliese pertanto i proprietari sono obbligati ad canne lido presepe-2approvvigionarsi dell’acqua potabile presso l’unica fontana esistente nella zona. Tale fontana, essendo stata progettata tra le piante di canne è difficile da mantenere pulita. L’intervento del taglio delle canne non è risolutorio infatti tali canne sono in continua vegetazione creando tutt’intorno melma e luridume. Andando ad attingere l’acqua potabile ci si imbatte in animali di ogni tipo: api, topi ecc. Detta fontana è già tanto diversa dalle altre esistenti nelle altre zone limitrofe, installate su piazzali facilmente ripulibili e delimitate da muretti”.

Oltre agli interventi urgenti di pulizia e disinfestazione i residenti in questione chiedono l’allaccio alla rete idrica: “La via Stella Polare, maggiormente penalizzata da tutto quanto esposto, è anche più facilmente collegabile alla rete”.

Un vero e proprio inferno, quindi, quello che stanno vivendo i villeggianti di Lido Presepe che chiedono l’intervento dell’amministrazione comunale. Un disservizio che non dovrebbe verificarsi se si considera che il Comune di Torchiarolo chiede il pagamento delle tasse a tutti i proprietari di tutte le marine di competenza. Purtroppo si tratta di problematiche e disagi che si verificano da anni e che ancora non hanno visto soluzioni. Quest’anno c’è una nuova amministrazione che si spera accolga celermente le richieste di questi cittadini esasperati. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lido Presepe, villeggianti chiedono disinfestazione e bonifiche. Salute a rischio

BrindisiReport è in caricamento