rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca Fasano

Lite e caduta mortale, condanna definitiva: pensionato in carcere

Un 76enne di Fasano, deve scontare la pena residua di tre anni e cinque giorni di reclusione per omicidio preterintenzionale: l'11 giugno 2013 aggredì Vito Trisciuzzi che morì in ospedale due settimane dopo

FASANO - Condanna definitiva e arresto in carcere con l'accusa di omicidio preterintenzionale dopo la morte di un pensionato aggredito in strada: i carabinieri hanno dato esecuzione all'ordine di carcerazione nei confronti di Domenico Giannoccaro, 76 anni, riconosciuto colpevole del reato in relazione a quanto avvenne a Fasano l'11 giugno 2013. Deve scontare la pena di tre anni e cinque giorni di reclusione.

GIANNOCCARO Domenico, classe 1941-2 Quella mattina, stando alle risultanze processuali, ci fu una lite in strada: Giannoccaro aggredì con uno schiaffo Vito Trisciuzzi, 75 anni, di Fasano che cadde a terra battendo la testa sull'asfalto e fratturandosi il femore. Trisciuzzi morì due settimane dopo, il 26 giugno, presso l'ospedale "Perrino" di Brindisi

L'ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso dall'Ufficio Esecuzioni Penali della Procura Generale della Repubblica presso la Corte d'Appello di Lecce, è stato eseguito questa mattina dai carabinieri della stazione di Fasano. Dopo le formalità di rito, Giannoccaro è stato tradotto presso la casa circondariale di Brindisi.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite e caduta mortale, condanna definitiva: pensionato in carcere

BrindisiReport è in caricamento