Lite in abitazione sfocia nel sangue: due feriti nel centro di Brindisi

Indaga la polizia sul ferimento di un 30enne e un 36enne, entrambi originari dell'Iraq. Aggressore fermato mentre cercava di lasciare la città in pullman. Prognosi rispettivamente di sette e venti giorni

BRINDISI – Notte di Capodanno movimentata in un’abitazione nei pressi di via Castello, nel centro di Brindisi, dove una lite fra cittadini originari dell’Iraq è sfociata nel sangue. Due persone, un 20enne e un 36enne, entrambi regolari, sono state trasportate presso il Pronto soccorso dell’ospedale Perrino con ferite lacero-contuse in varie parti del corpo. Le loro condizioni, fortunatamente, non sono gravi.  Uno ha riportato una prognosi di sette giorni. All’altro sono state refertate ferite guaribili in circa 20 giorni.

Le indagini sull'accaduto sono state svolte dai poliziotti della Sezione Volanti e della Mobile di Brindisi. Nel giro di pochii minuti gli investigatori sono risalitii all'aggressore. L'uomo è statoo bloccato mentre tentava di lasciare la città in pullman. E' stato denunciato a piede libero. 

Articolo aggiornato alle ore 13.30 dell'1 gennaio (denunciato l'aggressore)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nel cinema: si è spenta la regista brindisina Valentina Pedicini

  • Polpo da record: giornata di pesca fruttuosa a Lendinuso

  • Al mercato senza mascherina, "Il Dpcm non è legge": multata

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Banda delle spaccate scatenata: doppio raid in centro

Torna su
BrindisiReport è in caricamento