rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca

Lite per l'affitto e botte: in cella

BRINDISI – Litigano per chi deve pagare gas, luce e affitto e se le danno di santa ragione con cocci di bottiglia e suppellettili: arrestati in tre.

BRINDISI ? Litigano per chi deve pagare gas, luce e affitto e se le danno di santa ragione con cocci di bottiglia e suppellettili, così violentemente che per dividerli sono dovuti intervenire i poliziotti. Tre equipaggi. Poi però sono finiti in manette. Si tratta di tre extracomunitari regolarmente residenti nel territorio italiano: Kenneth Kwateng 35 anni, Peter Kwasi Gybaah 24 anni e Happy Onwubuyua di 21.  L'episodio si è verificato in un appartamento al civico 7 di via Tacito al quartiere Minnuta, a richiedere l'intervento dei poliziotti ieri sera sono stati alcuni inquilini allarmati dalle urla e dai rumori provenienti dall'alloggio degli extracomunitari.

Sul posto si è recata una pattuglia della sezione Volanti della questura di Brindisi, diretta dal vice questore Alberto D'Alessandro.I tre si stavano picchiando con cocci di bottiglia e oggetti contundenti. Per fermarli i poliziotti intervenuti hanno dovuto richiedere rinforzi. I litiganti erano pieni di sangue, una volta bloccati sono stati trasportati in ospedale per essere medicati e poi in questura dove è stata avviata la procedura per l'arresto.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite per l'affitto e botte: in cella

BrindisiReport è in caricamento