menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Litoranea nord al buio, famiglia inseguita da uomini incappucciati

Nella notte tra ieri e oggi, venerdì 13 luglio, una famiglia brindisina è stata inseguita da una banda di rapinatori incappucciati

BRINDISI – La litoranea nord di Brindisi, la strada provinciale 41, ancora al buio. Nella notte tra ieri e oggi, venerdì 13 luglio, una famiglia brindisina è stata inseguita da una banda di rapinatori incappucciati. Gianluca Quarta, capogruppo Forza Italia di Brindisi, chiede l’intervento dell’amministrazione. Una situazione che va avanti da anni e che sta mettendo a serio rischio la cittadinanza.

La famiglia incappata nella banda di rapinatori, almeno così si presume, avendo gli stessi il volto incappucciato, stava percorrendo la litoranea intorno all’una, era di ritorno da una serata trascorsa in uno stabilimento balneare, quando si è ritrovata un’auto alle spalle che l’ha tallonata fino all’incrocio della morte dove ha trovato una pattuglia delle Volanti. I presunti rapinatori si sono dileguati.

“Già nei giorni scorsi avevo denunciato la totale mancanza di illuminazione in prossimità di contrada Betlemme attraverso filmati pubblicati anche sui social”, scrive Quarta.

“Questa situazione potrebbe essere risolta posizionando delle telecamere di sorveglianza in collegamento con le forze dell'ordine evitando così ulteriori avvenimenti delinquenziali”.

“Invito pertanto l'Amministrazione comunale ad intervenire immediatamente, considerando quale aggravante, il fatto che nella zona risiedono famiglie con al proprio interno gravi situazioni di disabilità e quindi, estremamente vulnerabili”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento