Cronaca

Lo scempio continua: campagna e macchia mediterranea in balia dei rifiuti

Ennesimo caso di degrado e rifiuti abbandonati fra la litoranea e le campagne di Brindisi. Come si evince dal video a corredo dell'articolo, l'ingresso di contrada Contrada Montenegro è diventato una vera e propria discarica abusiva a cielo aperto. Materiale di risulta, mobili smontati e posati ai margini della strada e sacchetti di pattumiere domestiche "fatti volare dal finestrino"

BRINDISI -  Ennesimo caso di degrado e rifiuti abbandonati fra la litoranea e le campagne di Brindisi. Come si evince dal video a corredo dell’articolo, l’ingresso di contrada Contrada Montenegro è diventato una vera e propria discarica abusiva a cielo aperto. Materiale di risulta, mobili smontati e posati ai margini della strada e sacchetti di pattumiere domestiche “fatti volare dal finestrino”, come affermano alcuni residenti nella zona, infestano l’area.

La gente non sopporta più il fetore emanato dall’immondizia. E c’è chi risolve il problema a modo suo, appiccando degli incendi che sprigionano sostanze altamente nocive per la salute. 

Analogo scenario si ripropone presso lo scorcio di macchia mediterranea, ribattezzato dai brindisini la "pineta", che costeggia la litoranea a nord di Brindisi, nei pressi dell'ex lido Poste. L'area è completamente disseminata di rifiuti lasciati di recente, tra cui griglie per barbecue e materassi gonfiabili.

Più avanti, proseguendo verso nord, un cumulo di materiale edile di risulta e mobili, oltre a elettrodomestici e materiale da officina, è stato ben nascosto tra la vegetazione. Tutto questo è documentato dal videoservizio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo scempio continua: campagna e macchia mediterranea in balia dei rifiuti

BrindisiReport è in caricamento