menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La stazione carabinieri di S.Pietro Vernotico

La stazione carabinieri di S.Pietro Vernotico

Lo sparatore consegna anche l'arma

SAN PIETRO VERNOTICO – E' accusato di tentato omicidio e detenzione illegale di armi e munizioni, Gianluca Vecchio, il 37enne sanpietrano finito in manette nella mattinata di oggi per aver esploso nella serata di ieri un colpo di fucile contro la finestra del fratello minore Andrea.

SAN PIETRO VERNOTICO - E' accusato di tentato omicidio e detenzione illegale di armi e munizioni, Gianluca Vecchio, il 37enne sanpietrano finito in manette nella mattinata di oggi per aver esploso nella serata di ieri un colpo di fucile contro la finestra del fratello minore Andrea, residente in via Morandi a San Pietro Vernotico.

È stato egli stesso a consegnarsi questa mattina ai carabinieri, intervenuti ieri sera stesso sul luogo della sparatoria. Il 37enne ha anche consegnato l'arma utilizzata: un fucile sovrapposto con calcio e canne mozzate, non avrebbe però fornito dettagli sulla sua provenienza. Aspetto, questo, oggetto di indagine.

Le cause del gesto risiederebbero in dissidi di natura famigliare. Dopo una violenta lite col fratello minore, ieri sera, Giancluca Vecchio si è recato presso l'abitazione del suo congiunto e ha esploso un colpo di fucile contro la casa. Un pallettone ha infranto una finestra. Andrea, da quanto è stato accertato, era nelle vicinanze, ma fortunatamente la fucilata non ha provocato feriti.

Gianluca Vecchio si è allontanato a bordo della sua Smart Four Four e questa mattina si è costituito presso la locale stazione dei carabinieri. Dopo le formalità di rito è stato trasferito nel carcere di Brindisi.

 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid in Puglia: calano ancora i ricoveri, ma i numeri restano alti

  • Cronaca

    Auto rubate tornano in circolazione come cloni: due arresti

  • Politica

    Il Tar dà ragione a Maiorano, eletto sindaco per due voti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento