Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Ostuni

Contatore truccato in macelleria: finisce ai domiciliari il titolare

E' di Ostuni la persona arrestata numero 81 del 2016 per furto aggravato di energia elettrica. Si tratta del macellaio Giovanni Flore di 49 anni, che aveva manomesso da alcuni anni il contatore Enel del suo negozio

OSTUNI - E' di Ostuni la persona arrestata numero 81 del 2016 per furto aggravato di energia elettrica. Si tratta del macellaio Giovanni Flore di 49 anni, che aveva manomesso da alcuni anni il contatore Enel del suo negozio. L'anomalia rilevata nei consumi, tramite la verifica da parte dei tecnici della società elettrica, ha innescato il sopralluogo condotto assieme ai carabinieri della stazione della Città Bianca.  Non ci è voluto molto al personale dell'Enel per scoprire il trucco, peraltro neppure particolarmente raffinato. Sul contatore era stato applicata una confezione adesiva di deodorante per ambienti, solo che all'interno c'era il classico magnete che mandava in tilt il meccanismo di caricamento dei consumi.

FLORE Giovanni. (1)-2Ora si dovrà procedere alla quantificazione dei watt sottratti all'Enel, ma da una prima stima si suppone che il periodo vada dal 2012 ad oggi. I carabinieri della stazione di Ostuni hanno perciò arrestato Giovanni Flore in flagranza di reato, e su disposizione del pm di turno il macellaio è stato assegnato agli arresti domiciliari. Dall'inizio del 2016, oltre a Giovanni Flore i carabinieri del comando provinciale di Brindisi hanno arrestato altre 80 persone per furto di energia elettrica. Non di rado gli allacci abusivi pongono a rischio la pubblica incolumità, soprattutto se i by-pass illegali interessano impianti di illuminazione comunali, che potrebbero risultarne elettrificati.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contatore truccato in macelleria: finisce ai domiciliari il titolare

BrindisiReport è in caricamento