rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Cronaca

Maci:"Troppe pressioni estorsive"

Maci:"Troppe pressioni estorsive"

Angelo Maci lancia l?allarme legalità e chiede maggiore attenzione da parte dello Stato. Lo fa in una lunga video-intervista rilasciata ad Angelo Perrino, direttore del sito Affari Italiani. Ma quella del presidente della Cantina Due Palme non è solo una richiesta di aiuto, bensì anche un invito agli imprenditori a fare la propria parte, a non abbassare la testa.

«Per tre volte sono stato oggetto di richieste estorsive giunte per telefono, e per tre volte ho denunciato tutto alle forze dell?ordine e gli autori delle minacce sono stati assicurati alla giustizia. Le aziende hanno bisogno della legalità. Se non c?è legalità, lo sviluppo è compromesso», ha dichiarato Maci, che poi ha fatto riferimento a recenti episodi di cronaca:

«In questo periodo stiamo rivivendo brutte situazioni, come gli assalti di bande armate alle ville in campagna. Io vivo in campagna da 30 anni e non ho mai avuto paura. Oggi ce l?ho e sono preoccupato». Perché l?imprenditore non vede una ferma reazione da parte dello Stato.

«Cinque mesi fa ho contribuito a rimandare in galera un delinquente. Era appena uscito dal carcere dopo 20 anni di detenzione e si era rimesso a fare estorsioni. Ho fatto presente alle forze dell?ordine e alla magistratura che vedo delle situazioni diverse, ma nessuno si è ancora degnato di chiamarmi o interrogarmi. Ha ragione Ferrarese, a Brindisi e provincia c?è una situazione pericolosissima. Stiamo vivendo momenti terribili».

Ma per uscirne ci vuole poco, come dimostra la risposta data all?attentato alla scuola Morvillo-Falcone: «Brindisi per 40 anni ha vissuto di contrabbando. Cinquemila famiglie vivevano di contrabbando. Ma quando lo Stato, dopo la morte di suoi due uomini, ha detto basta, il contrabbando è stato eliminato in poche settimane. Quando lo Stato viene toccato, reagisce. E oggi bisogna reagire».

(https://affaritaliani.libero.it/coffee/video/angelo-maci-cantina-due-palme.html)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maci:"Troppe pressioni estorsive"

BrindisiReport è in caricamento