Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

“Mai svolta attività di consulenza per l’impianto di Cdr”

Il professor Boenzi precisa di non aver eseguito accertamenti. Il nome del ricercatore emerso nella ricostruzione della vicenda sul sito di proprietà del Comune

BRINDISI – “Non ho mai svolto attività di consulenza per l’impianto di Cdr di Brindisi”: la precisazione arriva da Francesco Boenzi, ricercatore presso il Politecnico di Bari per il settore scientifico disciplinare Ing-Ind/17 "Impianti industriali meccanici".

La richiesta arriva dopo aver letto l'articolo dal titolo  “Rifiuti, 30mila euro per la consulenza sul Cdr: fatture a  carico del Comune"  pubblicato il 7 aprile 2016. Nell’articolo è stata ricostruita la vicenda facendo riferimento a determine del Comune e a stralci dell’ordinanza di custodia cautelare a carico dell’ex sindaco di Brindisi Mimmo Consales e dell’ex amministratore unico della Nubile, Luca Screti, entrambi arrestati il 6 febbraio scorso con l’accusa di corruzione e rimessi in libertà agli inizi di maggio.

Da tali documenti emerge che l’ex ingegnere capo del Comune, Pietro Cafaro, decise di chiedere una consulenza sul reale funzionamento dell’impianto al professor Notarnicola, docente associato di Gestione dei rifiuti al Politecnico di Bari, e che tra i nominativi dei ricercatori da contattare c’era Francesco Boenzi. Nello stesso articolo non è stato riferito di alcun pagamento al professionista il quale ha ritenuto comunque necessario intervenire a chiarimento, né di attivita di consulenza poi effettivamente assegnata.

Il professionista ha comunque ritenuto di chiarire: "Il sottoscritto non si è mai occupato in maniera diretta o indiretta di questioni inerenti alla vicenda. Il sottoscritto, prima di leggere tale articolo, non era neanche a conoscenza del fatto (e non era peraltro neanche tenuto a saperlo, né avrebbe avuto la possibilità materiale di essere informato di tutte le attività condotte o in fieri presso l'istituzione per la quale lavora) che ad un qualche dipendente del Politecnico di Bari fosse stata richiesta un'attività di consulenza a riguardo; né tantomeno al sottoscritto è stato mai richiesto di condurre un'attività del genere menzionato, né tantomeno sono stati dal sottoscritto condotti "accertamenti", come, in modo totalmente erroneo, è invece riportato".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Mai svolta attività di consulenza per l’impianto di Cdr”

BrindisiReport è in caricamento