rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

Maisto, si cerca un complice

BRINDISI - Potrebbe aver avuto un complice il 37enne Giuseppe Maisto, arrestato dagli agenti della sezione volanti per il tentativo fallito di rapinare il portavalori di Poste Italiane, in pieno centro a Brindisi la mattina della vigilia di Natale, sfociato nel ferimento di una guardia giurata dell'istituto di vigilanza Ivri. Sebbene Maisto abbia agito da solo, tentando di mettere a segno un colpo – che se fosse andato a buon fine avrebbe fruttato quasi 150 mila euro - qualcuno potrebbe aver collaborato indicando orari e tempi del deposito del danaro.

BRINDISI - Potrebbe aver avuto un complice il 37enne Giuseppe Maisto, arrestato dagli agenti della sezione volanti per il tentativo fallito di rapinare il portavalori di Poste Italiane, in pieno centro a Brindisi la mattina della vigilia di Natale, sfociato nel ferimento di una guardia giurata dell'istituto di vigilanza Ivri. Sebbene Maisto abbia agito da solo, tentando di mettere a segno un colpo - che se fosse andato a buon fine avrebbe fruttato quasi 150 mila euro - qualcuno potrebbe aver collaborato indicando orari e tempi del deposito del danaro.

Migliorano intanto le condizioni del vigilante il quale, nonostante fosse rimasto ferito ad una gamba nel tentativo, assieme al collega, di strappare il fucile calibro 12 al rapinatore - è riuscito a sparare un intero caricatore in aria cercando di farlo desistere dal suo intento. La prontezza degli agenti della sezione volanti ha permesso di assicurare Maisto alla giustizia evitando ulteriori spargimenti di sangue e facendo in modo che nessun passante alle 7.30 del mattino rimanesse coinvolto nel conflitto.

Passerà il Natale in carcere Giuseppe Maisto, delinquente di lungo corso, un'autentica scheggia impazzita nel panorama della malavita locale, già condannato il 12 giugno 2010 per altre due rapine in città e con un fitto curriculum criminale alle spalle. Ma a quanto pare incompatibile, per ragioni di salute, col regime carcerario. Quindi non è affatto escluso che il suo difensore riproponga l'assegnazione di Maisto - che è anche sorvegliato speciale - agli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maisto, si cerca un complice

BrindisiReport è in caricamento