menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Malattie cardiovascolari, torna l'appuntamento con i mercoledì di "Brindisi Cuore"

Presso la sede dell'Associazione "Brindisi Cuore" (ex ospedale Di Summa) continua il ciclo di incontri divulgativi di educazione alla salute del "Mercoledì di Brindisi Cuore", aperto a tutta la cittadinanza, per discutere temi di grande interesse per la salute

BRINDISI - Presso la sede dell’Associazione “Brindisi Cuore” (ex ospedale Di Summa) continua il ciclo di incontri divulgativi di educazione alla salute del “Mercoledì di Brindisi Cuore”, aperto a tutta la cittadinanza, per discutere temi di grande interesse per la salute. L’iniziativa nasce con il proposito di creare occasioni di dialogo e di confronto tra i cittadini ed i medici specialisti, per sensibilizzare alla lotta contro le malattie cardiovascolari, diffondere messaggi ed informazioni sui corretti stili di vita e fornire utili strumenti di prevenzione. In particolare mercoledì 8 marzo, dalle 18, si parla di “La Cardiopatia Ischemica nella donna”, relatore dottoressa Alessandra De Castro, dirigente medico Uoc Cardiologia, Perrino di Brindisi. A seguire si parlerà di “Correlazione tra malattia paradontale ed endocardite batterica”. Relatore: Marco Carrino, dottore magistrale in Odontoiatria e Protesi Dentaria nonchè direttore sanitario della clinica specialistica odontoiatrica “Dental Service” di Brindisi. 

“L’endocardite è un’infezione della parete interna del cuore in grado di mettere in serio pericolo la vita di una persona. Secondo studi recenti i pazienti affetti da parodontite avrebbero più possibilità di contrarre questa malattia. I batteri presenti nelle tasche parodontali, infatti, possono raggiungere il circolo ematico generando così una batteriemia (batteri nel sangue) in grado di arrivare sino al cuore. Insieme vedremo come questo può accadere e come si può fare per evitarlo. Imparando a prenderci cura del nostro parodonto ( strutture di sostegno del dente). Vedremo quali sono quelle situazioni a rischio, come imparare a riconoscerle e come procedere  per evitare che queste situazioni possano portare a questa spiacevole conseguenza”, spiega Carrino. Alla fine dell’incontro, si possono chiedere chiarimenti e consigli e proporre nuovi argomenti da trattare successivamente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento