rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca

Un pino crolla sulle bancarelle

BRINDISI – Il forte temporale che si è abbattuto nel brindisino questa notte, battezzato col nome di “Circe” ha rischiato di fare una strage: intorno alle 11 di questa mattina, quando tutto sembrava ormai passato, un grosso alberi di pino è caduto sul mercato ortofrutticolo di Santa Maria Ausiliatrice al rione Sant’Angelo. Ha travolto e distrutto una bancarella. Disseminato panico tra la gente. Fortunatamente i proprietari Pietro Del Genio e Anna Loro, si sono accorti in tempo di quello che stava accadendo e si sono allontanati. Solo per pochissimi secondi non ci è scappato il morto.

BRINDISI - Il forte temporale che si è abbattuto nel brindisino questa notte, battezzato col nome di "Circe" ha rischiato di fare una strage: intorno alle 11 di questa mattina, quando tutto sembrava ormai passato, un grosso alberi di pino è caduto sul mercato ortofrutticolo di Santa Maria Ausiliatrice al rione Sant'Angelo. Ha travolto e distrutto una bancarella. Disseminato panico tra la gente. Fortunatamente i proprietari Pietro Del Genio e Anna Loro, si sono accorti in tempo di quello che stava accadendo e si sono allontanati. Solo per pochissimi secondi non ci è scappato il morto.

Sul posto si sono portati i vigili del fuoco del comando provinciale di Brindisi che hanno provveduto a mettere in sicurezza la zona. Attimi di vero e proprio terrore per gli ambulanti e gli avventori dello storico mercato di Sant'Angelo. Il grosso pino si è completamente sradicato. L'acquazzone di questa notte ha reso melmoso il terreno delle aiuole che costeggiano il mercato compromettendo la stabilità dei pini che le occupano.

Dopo il sopralluogo dei vigili del fuoco è toccato agli operatori della Multiservizi che hanno provveduto a smaltire il grosso arbusto e a controllare la stabilità degli altri alberi presenti in piazza Santa Maria Ausiliatrice.

La pioggia scrosciante ha mandato in tilt alcune sale operatorie dell'ospedale Perrino di Brindisi, dove ora si è costretti a lavorare in emergenza. Quello delle infiltrazioni d'acqua nelle sale operatorie è in realtà un problema più volte segnalato alla gestione tecnica del nosocomio. La mancanza di fondi ha finora fatto rinviare qualsiasi intervento di ripristino del solaio. Ed oggi, per l'ennesima volta, le sale sono impraticabili causa allagamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un pino crolla sulle bancarelle

BrindisiReport è in caricamento