Maltrattamenti in famiglia, atti persecutori e danneggiamento: arrestato un giovane

Nei guai un 29enne. L'arresto risale al pomeriggio del 4 novembre scorso, la vittima è la moglie coetanea

CISTERNINO - Un 29enne di Cisternino è stato arrestato dai carabinieri per maltramenti in famiglia, atti persecutori e danneggiamento aggravato nei confronti della coniuge.

L'arresto risale al pomeriggio del 4 novembre scorso. In particolare, poche ore prima, intorno a mezzanotte e mezzo, l’uomo si è presentato a casa della coniuge con cui è in atto una separazione, una 29enne del luogo, dopo averla minacciata e strattonata è riuscia a farla salire sulla propria auto e insieme si sono allontanati.

Un familiare della donna accortosi di quanto stava accadendo li ha inseguiti ma quando il 29enne si è reso conto di essere seguito è sceso dall'auto e ha inveito contro di esso. La donna nel frattempo si è rifuggiata nel veicolo del parente. A questo punto il 29enne è risalito in auto e ha impattato più volte contro il mezzo su cui si trovava la donna.

Tra l’uomo e il familiare della donna è scaturita una colluttazione interrotta dall’arrivo dei carabinieri. Le indagini hanno fatto emergere ripetute minacce, violenze psichiche e verbali ai danni della vittima sin dall’avvio della pratica di separazione dal settembre 2018. Denunciato per porto di armi od oggetti atti ad offendere anche il familiare della donna il quale è stato trovato in possesso di un bastone. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Furti in casa mentre i proprietari dormono, paura nelle campagne

  • Sulla superstrada senza assicurazione e con targhe rubate: inseguimento

Torna su
BrindisiReport è in caricamento