Insulti e percosse: madre chiama i carabinieri, arrestato il figlio

Un 59enne ha sporto querela dopo l'ennesima aggressione che le ha provocato ferite giudicate guaribili in cinque giorni

SAN MICHELE SALENTINO -  I carabinieri della stazione di San Michele Salentino hanno arrestato in flagranza di reato un 27enne del posto, per aver posto in essere maltrattamenti reiterati nell’ultimo anno nei confronti della madre 59enne, con la quale conviveva. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In particolare, nella serata di ieri (martedì 24 marzo), la donna ha chiesto l’intervento dei militari, formalizzando una denuncia/querela nei confronti del figlio per aver subìto l’ennesimo episodio di minacce, insulti e percosse al volto e al corpo, giudicate guaribili in cinque giorni, nonché il danneggiamento del mobilio della propria abitazione, a seguito di richieste economiche. Concluse le formalità di rito, il giovane è stato condotto presso la casa circondariale di Brindisi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Primo operatore 118 positivo, ora screening urgente per tutti"

  • Muore un imprenditore edile: prima vittima del Covid a Ostuni

  • Una brindisina in Olanda: "Viviamo col terrore del contagio. Il Lockdown è una fortuna"

  • Coronavirus: 22 nuovi contagi e un decesso in provincia di Brindisi

  • Controlli anti contagio: multati un barbiere e il suo cliente a Brindisi

  • Coronavirus: trend in calo in Puglia, nel Brindisino altri 12 contagi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento