menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Manifestazioni pubbliche e sicurezza dei cittadini: presentato lo "sportello eventi"

Safety e Security sono le parole chiave della circolare del 7 giugno 2017 emanata dal capo della Polizia, direttore generale della Pubblica Sicurezza, il Prefetto Franco Gabrielli, nell’ambito dell’organizzazione di eventi

BRINDISI – Safety e Security sono le parole chiave della circolare del 7 giugno 2017 emanata dal capo della Polizia, direttore generale della Pubblica Sicurezza, il Prefetto Franco Gabrielli, nell’ambito dell’organizzazione di eventi. A Brindisi da oggi è attivo uno “Sportello Eventi” inserito nell’Urp della Questura di Brindisi, “dove personale con esperienza specifica, fornirà supporto e indicazioni utili a tutti coloro che intendano realizzare un evento sia esso una sagra o un concerto o una manifestazione politica, sportiva o sociale”. Nella mattinata di oggi il prefetto Valerio Valenti e il questore Maurizio Masciopinto hanno presentato le nuove disposizioni. Presenti oltre ai giornalisti anche operatori economici e imprenditori, e come detto in un altro articolo, anche il compositore Mogol.

Nell’esposizione del provvedimento, emesso dopo i fatti di Torino e resosi necessario per garantire “la tutela della pubblica incolumità e per l’ordinato svolgimento delle manifestazioni”, il prefetto ha chiamato in causa anche i sindaci.

mogol masciopinto valenti-2

“Oltre a Prefettura, Questura e vigili del fuoco è necessario coinvolgere anche gli amministratori comunali che sono poi i veri diretti interessati perché sono coloro che ricevono le istanze delle manifestazioni. Mi auguro che abbiano la capacità di allinearsi e schierarsi dalla stessa parte: quella di garantire la sicurezza e quindi sappiano fare cernita di iniziative meritevoli e siano capaci di autogovernarsi – ha precisato Valenti - ovviamente noi saremo sempre impegnati in prima linea per quanto riguarda l’ordine e sicurezza pubblica, ma certamente i sindaci dovranno essere in grado di fare una scrematura tra le iniziative meritevoli di essere sostenute e quelle che magari devono essere temporaneamente accantonate in attesa che maturi questa cultura della sicurezza”.

Chiunque intende organizzare manifestazioni di varia tipologia dovrà sempre rivolgersi al Comune di riferimento con la consapevolezza che l’intera valutazione della richiesta sarà sottoposta a valutazioni molto più approfondite.

imprenditori in conferenza-2

 Facendo salve le competenze specifiche previste dalla normativa di settore per le Commissioni Provinciali e Comunali di Vigilanza sui pubblici spettacoli, le competenze e del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e del Centro Coordinamento soccorsi, affinché siano attuate pienamente le finalità previste dalle direttive emanate dal Capo della Polizia, il Prefetto di Brindisi ha delineato il modello organizzativo a riscontro delle garanzie di Safety e Security per la realizzazione di eventi, in particolare modo, per quelli che presentano aspetti di criticità.

Le indicazioni operative per salvaguardare gli aspetti della Safety prevedono la valutazione di condizioni di sicurezza circa: la natura dell’evento e le modalità di svolgimento; la capienza delle aree e del massimo affollamento sostenibile; la pianificazione dei piani di emergenza e di evacuazione; la pianificazione dell’impiego delle forze umane per la gestione organizzativa dell’evento; la pianificazione dell’impiego dei soccorsi e dell’assistenza sanitaria; la pianificazione di tutti quei provvedimenti finalizzati alla somministrazione e vendita di bevande e alcolici; la pianificazione del sistema di impianti di diffusione sonora e/o visiva; la pianificazione di tutte quelle iniziative per la verifica della sussistenza dei requisiti previsti e per l’individuazione di eventuali vulnerabilità.

sportello eventi-2

Alle condizione a salvaguardia della Safety, deve corrispondere la pianificazione di adeguate misure a salvaguardia della Security secondo i seguenti criteri: pianificazione di mirata attività informativa; pianificazione di sopralluoghi e verifiche, mappatura dei sistemi di video sorveglianza e delle sale operative; pianificazione dell’attività di prevenzione e controllo del territorio; pianificazione dei servizi di vigilanza e osservazione nelle fasi si afflusso e deflusso del pubblico; pianificazione di controllo e bonifica delle aree interessate, nonché di tutti i servizi mirati al prefiltraggio e controlli sulla persona e del transito di veicoli nelle zone di interesse.

IL VIDEO DELLA CONFERENZA

Affinché il modello organizzativo trovi efficace attuazione, assume rilievo fondamentale tutta l’attività preventiva per la valutazione dell’evento da parte di tutti gli organismi preposti al rilascio di autorizzazioni e nulla osta, nonché la presentazione del progetto corredato di tutta la documentazione necessaria alla realizzazione dell’evento.

L’istituzione delle Sportello Eventi eviterà a coloro che si avvarranno della professionalità dell’operatore, di produrre successivamente ulteriori integrazioni documentali perché non in regola con le nuove disposizioni, o addirittura di ricevere un diniego perché non in possesso dei requisiti di safety e security, e fondamentale sarà anche la diminuzione dei tempi di attesa per l’organizzatore poiché l’esame documentale sarà più celere e veloce.

“Attraverso l'attivazione dello “sportello eventi” vogliamo che la sicurezza non sia vissuta come un limite o un impedimento ma come un valore e un’opportunità di crescita. Colgo l’occasione per ringraziare gli organizzatori con cui ho avuto a che fare fino a questo momento che si sono dimostrati sempre disponibili e questo non è un fatto scontato. Per fortuna fino ad ora ho trovato interlocutori responsabili che hanno ben compreso le ragioni delle nuove disposizioni”.

Per Masciopinto questo nuovo modello di organizzazione degli eventi deve essere visto come un’occasione di sviluppo. “Anche io ci tengo a precisare che non ci deve essere contrapposizione tra la pubblica amministrazione e il cittadino imprenditore, inteso come colui che organizza gli eventi. Dal miopunto di vista la circolare Gabrielli è un’opportunità di sviluppo perché deve servire a far maturare in tutti coloro che vogliono organizzare una manifestazione l'dea che hanno l’opportunità di farlo garantendo la sicurezza ai cittadini". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Torna ad aumentare il numero dei positivi e dei decessi in Puglia

  • Cronaca

    Sprangate contro l'ex della fidanzata: condannato a dieci anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento