rotate-mobile
Cronaca

Mantovano: “Più uomini contro il crimine”

BRINDISI– Un aumento delle forze dell'ordine e un maggior controllo sul territorio, nel solco del modello Caserta. Comitato tecnico sulla pubblica sicurezza in prefettura a Brindisi, alla presenza dell'onorevole Alfredo Mantovano, sottosegretario all'interno che ha incontrato il padrone di casa Nicola Prete, il procuratore antimafia Cataldo Motta, il procuratore aggiunto Nicolangelo Ghizzardi e i vertici provinciali di guardia di finanza, carabinieri, polizia e direzione investigativa antimafia.

BRINDISI- Un aumento delle forze dell'ordine e un maggior controllo sul territorio, nel solco del modello Caserta. Comitato tecnico sulla pubblica sicurezza in prefettura a Brindisi, alla presenza dell'onorevole Alfredo Mantovano, sottosegretario all'interno che ha incontrato il padrone di casa Nicola Prete, il procuratore antimafia Cataldo Motta, il procuratore aggiunto Nicolangelo Ghizzardi e i vertici provinciali di guardia di finanza, carabinieri, polizia e direzione investigativa antimafia.

In primo piano, i fatti criminosi dell'ultimo periodo: dagli attentati di Mesagne ai danni dell'imprenditore Luigi Divicienti, all'incendio dell'autosalone "Autotua", nel capoluogo. Episodi gravi, tanto da richiedere un aumento delle forze dell'ordine, quindi, un maggior controllo sul territorio: in parole povere, la stessa strategia attuata qualche mese fa a Francavilla Fontana dove, dopo l'incredibile sequela di omicidi e attentati, lo stato intervenne con l'applicazione del "modello Caserta".

Lo conferma lo stesso sottosegretario, al termine del vertice: "Più uomini per un maggiore e più capillare controllo del territorio", è questa la ricetta già collaudata e che ha prodotto i suoi risultati. Mantovano, una volta sciolto il comitato, ha anche incontrato il sindaco di Francavilla, Vincenzo Della Corte, e il primo cittadino di Mesagne, Franco Scoditti. Al vaglio, le soluzioni da attuare in termini di prevenzione e repressione del crimine, come gli impianti di videosorveglianza e l'istituzione di un osservatorio sulla legalità.

Mantovano ha sottolineato infine che le preoccupazioni maggiori sono concentrate su Mesagne, dove sarà potenziato il controllo del territorio con l'impiego di altre 25 unità, tra poliziotti e carabinieri.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mantovano: “Più uomini contro il crimine”

BrindisiReport è in caricamento