rotate-mobile
Cronaca

Maratona delle radio universitarie mondiali

Le radio universitarie italiane, insieme a quelle di tutto il mondo, celebreranno domani 1 ottobre la seconda edizione del World College Radio Day (Wcrd). A partire dalle 2 (ora italiana) una maratona di 24 ore, trasmessa in diretta da tutte le emittenti che aderiscono al Wcrd e da Radio Università.

Le radio universitarie italiane, insieme a quelle di tutto il mondo, celebreranno domani  1 ottobre la seconda edizione del World College Radio Day (Wcrd).  A partire dalle 2 (ora italiana) una maratona di 24 ore, trasmessa in diretta da tutte le emittenti che aderiscono al Wcrd e da Radio Università (www.radiouniversita.it), la piattaforma che rilancia i programmi delle singole radio universitarie, creata da Ustation.it e RadUni, l’associazione degli operatori radiofonici universitari italiani.

Quest'anno l'evento vede la Puglia protagonista, grazie a RadioWau, la web radio dell'ateneo salentino, alla quale è affidata la conduzione radiofonica nazionale, insieme a UCampus la radio dell'Università di Pavia. Si tratta di un'occasione unica per il nostro territorio,una vetrina internazionale, per esaltare musica, cultura e tradizioni.

 “Un cordiale saluto a tutti i partecipanti al secondo appuntamento per le emittenti studentesche con il College Radio Day”. Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano per il secondo anno consecutivo rivolge un pensiero ai giovani che parteciperanno alla maratona radiofonica. Un evento che secondo il Capo dello Stato “unisce e mette a confronto le esperienze di comunicazione universitaria dei campus di cinque continenti, contribuisce a diffondere un senso civico capace di superare i confini dei singoli Paesi”.

Per Napolitano, il World College Radio Day sarà un’occasione per favorire “la conoscenza reciproca tra giovani anche geograficamente distanti ma spesso accomunati della stesse curiosità, preoccupazioni, speranze e consapevolezze”. L’Italia è tra i 37 paesi del World College Radio Day avrà un ruolo da protagonista dell'intera manifestazione. A partire dalle 11, due ore di diretta condotte da Ucampus (https://ucampus.unipv.it) la web radio dell'Università di Pavia e Wau (www.radiowau.com)  web radio universitaria del Salento. Queste due emittenti coordineranno le 26 antenne italiane coinvolte (vedi elenco in basso), che interverranno a turno con diversi contributi.

Quest’anno nel corso della diretta sarà affrontato il tema della sostenibilità: Ucampus approfondirà gli ambiti della mobilità sostenibile, del green e della cooperazione, e avrà come ospiti due ricercatori dell’ateneo di Pavia. Radio Wau, invece, si occuperà di tematiche legate alla musica e al business e potrà vantare, tra gli altri, l’intervento del noto gruppo salentino dei Negramaro. Dalle radio universitarie italiane, inoltre, i racconti di molte storie ed esperienze: dagli spinoff universitari alle start-up più innovative; dalle iniziative ecosostenibili nelle città ai progetti in favore dell’agricoltura e dell’efficienza energetica.

Il network nazionale dei media universitari Ustation (www.ustation.it) coordinerà la fase europea della diretta, in collaborazione con l'associazione degli operatori radiofonici universitari RadUni (www.raduni.org). Anche la regia dell'intero WCRD parlerà italiano. La web radio degli studenti dell’Università di Cagliari, Unica Radio (www.unicaradio.it), gestirà i flussi delle radio partecipanti, mentre Top-IX, il consorzio piemontese per l’Internet Exchange (www.top-ix.org), offrirà il supporto tecnico.

La maratona del Wcrd prende il via alle 02 ora italiana quando comincerà a trasmettere la college radio statunitense della University of Idaho. A staffetta, la maratona toccherà poi vari paesi tra cui India, Cina, per approdare poi in Sud America ed Europa e tornare in chiusura negli Stati Uniti. Ospite della diretta statunitense il rapper haitiano Nelust Wyclef Jean, artista di fama mondiale, che grazie a una collaborazione con MTV, proporrà un’ora di musica e interviste con gli studenti. SoundCloud e TuneIn offriranno i loro servizi alle quasi 700 radio registrate al Wcrd.

Nel 2011 l’evento è stato sperimentato su iniziativa di Rob Quicke, docente di comunicazione radiofonica alla William Paterson University del New Jersey e station manager della locale college radio Wpsc Fm. Lo scorso anno la prima esperienza a livello globale, con l’obiettivo di celebrare i valori di cui le radio universitarie sono un baluardo e una testimonianza preziosa, come  la libertà di pensiero e di espressione, la pluralità nel sistema dei media, il confronto come principio democratico per la crescita e l'arricchimento di una comunità.

(Stay tuned on WCRD: www.collegeradioday.com; maggiori informazioni: www.radiouniversita.it; www.ustation.it; www.raduni.org; Facebook  https://www.facebook.com/pages/World-College-Radio-Day/511707618921256?fref=ts)

Le radio italiane partecipanti - Radio Frequenza (Teramo), Radiophonica (Perugia), Run Radio (Napoli), FuoriAulaNetwork (Verona), Rumore Web (ModenaReggio), radiorEvolution (Parma), Poli.Radio (Politecnico Milano), RadioSapienza (Roma Sapienza), UniS@und (Salerno), Radio 6023 (Vercelli-Novara), SanbaRadio (Trento), Radio Zammù (Catania), RadioBue (Padova), Radio Spin (Prato), Radioeco (Pisa), UniCa Radio (Cagliari), Radio Tor Vergata (Roma Tor Vergata), Campuswave (Genova), PonteRadio (Cosenza), UniRadio Cesena (Cesena), uRadio (Siena), Radio Bocconi (Milano Bocconi), Radio 110 (Torino), Radioincorso (Trieste), UCampus (Pavia) e Radio Wau (Lecce).

(Ufficio stampa RadUni ufficiostampa.raduni@gmail.com; referenti Alice Plata e Thomas Ducato +39 320 2896696  +39 347 3410412)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maratona delle radio universitarie mondiali

BrindisiReport è in caricamento