rotate-mobile
Sabato, 28 Gennaio 2023
Cronaca

Marinaio brindisino morto sul Vespucci: rischio processo per tre ammiragli

Alti ufficiali della Marina Militare rischiano il processo per la morte del marinaio brindisino Alessandro Nasta, vittima di un incidente a bordo della nave scuola Vespucci il 24 maggio di due anni fa. Avvisi di conclusione delle indagini sono stati inviati dal procuratore della città portuale laziale

CIVITAVECCHIA – Alti ufficiali della Marina Militare rischiano il processo per la morte del marinaio brindisino Alessandro Nasta, vittima di un incidente a bordo della nave scuola Vespucci il 24 maggio di due anni fa. Avvisi di conclusione delle indagini sono stati inviati dal procuratore della città portuale laziale, Gianfranco Amendola a sette indagati, tra i quali l'attuale capo di stato maggiore della Marina militare, ammiraglio Giuseppe De Giorgi e quello della Difesa, già della Marina, ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, per ipotesi di reato legato a presunti errori ed omissioni.

Alessandro Nasta, nocchiero di 29 anni, cadde da un'altezza di una ventina di metri  sulla coperta dell’Amerigo Vespucci, riportando lesioni gravissime soprattutto al capo. Oltre che a De Giorgi e a Binelli Mantelli, avvisi di fine indagini sono stati inviati anche all’ammiraglio Bruno Branciforte (anche lui in passato capo di Stato Maggiore della Marina) al quale è contestato l'omicidio colposo in cooperazione con il comandante della nave, capitano di vascello Domenico La Faia, e quello in seconda, Marco Grassi. La difesa ha venti giorni di tempo per esaminare gli atti e produrre le proprie deduzioni, dopo di che il pm potrà formulare o meno richiesta di rinvio a giudizio.

Il sottocapo nocchiero di terza classe Nasta era in fase di discesa dai pennoni dell'albero di maestra e in quel momento l'imbragatura di sicurezza non era più vincolata. Persa la presa sulle griselle, il marinaio brindisino in caduta libera urtò prima contro il paranco di rollo, poi contro le sartie ed infine, precipitando a testa in gù, si schiantò su uno dei bastinaggi, in coperta. Vano il trasporto in elicottero al "Gemelli" di Roma, dove il militare giunse privo di vita. Al momento del grave incidente, la nave scuola Vespucci era in navigazione da La Spezia a Civitavecchia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marinaio brindisino morto sul Vespucci: rischio processo per tre ammiragli

BrindisiReport è in caricamento