Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Marino: "Coalizione Carluccio, coacervo di interessi personalistici"

Dopo quasi un mese dal ballottaggio, la sindaca (o chi per lei) ha problemi nell'ufficializzare uno straccio di giunta e pezzi da novanta della sua coalizione stanno scappando. Le chiediamo: E' vero che intende mettere sotto contratto con il Comune, una persona di sua fiducia attualmente sotto processo penale?

BRINDISI - Eravamo stati buoni profeti. Purtroppo. In campagna elettorale avevamo detto che la coalizione di Angela Carluccio rappresentava nient'altro che un coacervo di interessi personalistici che avrebbero riportato al governo di Brindisi una politica lontana dalle esigenze dei cittadini. Adesso ne abbiamo conferma.

angela carluccio 2-2-2Dopo quasi un mese dal ballottaggio, la Carluccio (o chi per lei) ha grossi problemi nell’ufficializzare uno straccio di giunta e alcuni pezzi da novanta della sua stessa coalizione stanno scappando uno dopo l'altro prendendo le distanze da modi e metodi di gestione della cosa pubblica assolutamente discutibili.

In questo contesto fanno riflettere le dichiarazioni di Carmelo Palazzo sulla scarsa indipendenza della Sindaca e sulla prepotenza di alcuni personaggi che ruotano attorno a lei. Conosciamo Palazzo e siamo sicuri che il suo sfogo non nasconda secondi fini, ma rappresenti il disagio di un uomo abituato a pensare la politica come mezzo per fare gli interessi dei cittadini e non come potere fine a se stesso.

Così come siamo sicuri che non scherzasse quando ha detto che lui ha la schiena dritta e se fosse nei panni della Carluccio avrebbe già rassegnato le dimissioni.

Di certo nessuno muore dalla voglia di conoscere come si comporta la Sindaca (o chi per lei) di fronte al fuoco amico, ma siamo in molti ad attendere le risposte della Carluccio (o chi per lei) alle tante questioni poste non solo da Palazzo, ma anche dai partiti, dai consiglieri e dalla gente comune. E' vero che si avvale di uno staff senza che i suoi componenti siano mai stati nominati? E' vero che intende mettere sotto contratto con il Comune, una persona di sua fiducia attualmente sotto processo penale?

Dicono che il cosiddetto “garante della legalità” si aggira negli uffici pubblici. Ha un mandato per farlo oppure, ad oggi, deve essere considerato un normale cittadino e, come tale, soggetto agli orari di ingresso al pubblico? E' vero che prima di effettuare delle modifiche nella pianta organica comunale non ha chiesto il parere dei Sindacati?

E cosa dire del viaggio a Roma a spese dei contribuenti soltanto per caldeggiare l'unione dei porti di Brindisi e Taranto? Da chi ha avuto il mandato? Da chi era accompagnata? Ricordiamo che il 28 giugno, dopo il primo tavolo di discussione al Comune, la Carluccio scrisse una lettera a Del Rio e ad Emiliano sostenendo la richiesta di moratoria e mettendo nero su bianco che, prima di “annettere” Brindisi a una delle due Autorità di Sistema, avrebbe convocato un ulteriore tavolo di discussione.

Cosa o chi le ha fatto cambiare idea rispetto alla posizione assunta pochi giorni prima? E' mai possibile che un Sindaco (o chi per lei)  illuda di voler ascoltare la città e poi assume decisioni così rilevanti in camera caritatis?

In tutto questo marasma, come risponde la Carluccio (o chi per lei)? Denunciando un consigliere comunale di opposizione che ha chiesto lumi sui sei operai licenziati dalla Ecologica Pugliese e sul demansionamento di un lavoratore della Brindisi Multiservizi che ha apertamente sostenuto la mia coalizione nella recente campagna elettorale.

Sarà un caso se stiamo parlando proprio di quella società per la quale, pochi giorni prima, il Commissario Prefettizio aveva nominato presidente il. Pasanisi-Zingarello, uomo vicino alla Carluccio (o a chi per lei)?

Certo, il canale utilizzato da Elefante non è il più indicato per discutere di questioni politiche, ma piuttosto che perdere tempo in querele, perché la Carluccio (o chi per lei) non entra nel merito dei fatti denunciati dal Consigliere Comunale. Lei nega che, nel corso della sua gestione, Ecologica Pugliese abbia deciso di fare a meno di sei unità? Lei nega che questo sia avvenuto senza alcuna riduzione del canone mensile corrisposto dal Comune e pagato dai cittadini con la Tari più alta d'Italia?

Visto che la sporcizia e gli insetti regnano indisturbati nella città di Brindisi, non pensa che il Sindaco debba opporsi ai licenziamenti e, anzi, battere i pugni sul tavolo per ottenere un maggiore impegno di uomini e mezzi a parità di canone?

Invece di battersi per gli interessi della città, la Sindaca (o chi per lei) non trova di meglio da fare che minacciare grane giudiziarie per le persone che sollevano problemi reali che toccano il lavoro, la vita e le tasche dei cittadini.

Nel corso della campagna elettorale, ho subito attacchi ben peggiori da persone vicine anche alla Carluccio (o a chi per lei). A meno che non fossero insulti puri, non mi sono mai rivolto alla magistratura e, ogni volta, ho cercato il confronto per esporre il mio punto di vista e capire quello degli altri.

Io ritengo che il diritto di espressione debba prevalere su tutto. E mi fa riflettere quando gli altri agiscono diversamente. A pensar male si fa peccato, ma a volte ci si azzecca. Non è che si sia voluto colpire una delle poche persone che, dall'interno, si sono opposte al malgoverno di chi oggi sta nella sua coalizione?

Ebbene, la Carluccio faccia un giro sui social network e legga la stampa (non solo locale): si renderà conto che le critiche ai suoi primi giorni di gestione sono tante e tutte fondate. Si faccia capace che nella nostra città c'è tanta gente che non è succube al potere che lei rappresenta. C'è tanta gente che non ha nessuna intenzione di tapparsi la bocca e che continuerà a esprimere giudizi sulla sua gestione. Piaccia o non piaccia alla Carluccio (o a chi per lei).

Se ha deciso di passare il suo tempo in Questura faccia pure, ma sappia che a Brindisi siamo in tanti a non voler abdicare al diritto di dire la propria e di battersi per il bene della città. La Carluccio (o chi per lei) se ne faccia una ragione e, se ne è capace, dia delle risposte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marino: "Coalizione Carluccio, coacervo di interessi personalistici"

BrindisiReport è in caricamento