menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lite tra coniugi con tentato omicidio e suicidio dell'autore

Nelle campagne tra Ostuni e Carovigno. Lei è ancora viva, il marito invece è deceduto. La polizia sul posto

OSTUNI - Il marito le spara, ma lei è ancora viva. Lui, Salvatore Natola di 75 anni, invece ha rivolto l'arma contro se stesso, ed è  deceduto. Queste le prime notizie di una tragedia avvenuta nella tarda mattinata odierna nelle campagne tra Carovigno e Ostuni,  tra le contrade Grottone e Columbri. La donna, Maria Franca Colucci di 57 anni, è stata trasportata all'ospedale di Brindisi in gravi condizioni. Indaga il commissariato di Ostuni.

Il fucile usato da Salvatore Natola-2

Sul luogo, una casa rurale lungo la strada vicinale che dalla circonvallazione di Carovigno conduce a Ostuni, ci sono il dirigente del commissariato della Città Bianca, Gianni Albano, e i carabinieri del Nucleo investigativo provinciale e della compagnia di Fasano. Da quanto si è appreso, Natola ha esploso contro la compagna un colpo con un fucile da caccia a canne mozze, ferendola alla gola. Poi si è tolto la vita sparandosi in bocca.

La casa della tragedia tra coniugi presso Ostuni (2)-2-2

Due mesi fa una separazione non accettata dall'uomo

Il cadavere dell'uomo era steso sul letto. Il pm che si dirige le indagini sulla vicenda, Raffaele Casto, ne ha già disposto la restituzione alla famiglia. Salvatore Natola era noto con il soprannome di "Raspino". Il fucile, come è intuibile, era detenuto illegalmente. La coppia era separata da due mesi, situazione che Salvatore Natola non aveva accettato. La causa del dramma è quasi certamente dovuta a ciò.

Parla il fratello del protagonista del dramma

Per il fratello della vittima, la tragedia era imprevedibile. Ieri sera Salvatore Natola infatti ha cenato con lui e non lasciava trasparire alcun proposito estremo. Anche la separazione, sempre secondo il fratello, non aveva avuto contorni aspri. Proprio stamani Natola doveva partecipare all'udienza di un processo a Brindisi, ma i familiari dicono che non aveva spiegato i motivi di questa causa.

Tale udienza, poi rinviata, si è appreso in seguito, rientra in un procedimento scaturito da una denuncia a piede libero risalente a circa un anno fa, quando Natola, nel corso di un controllo della circolazione stradale, venne trovato  in possesso di un coltellino del genere proibito, a bordo della sua auto. Insomma, una questione di poco conto.

I parenti di Salvatore Natola-2

Lui era andato armato all'appuntamento

Natola aveva una figlia, che vive a Torino. La casa dove è avvenuta la tragedia veniva usata solo in estate dalla coppia, almeno sino a prima della separazione. Stamattina Franca Maria Colucci l'ha raggiunta con la propria auto, una vecchia Fiat Uno, lui con la sua Fiat Punto. Sarà la donna, non appena fuori pericolo, a spiegare le ragioni di questo appuntamento.

C'è un testimone oculare, minacciato

Certo è che lui aveva portato anche il fucile, un semiautomatico da caccia con riduttore inserito nel serbatoio come prescrive la legge, ma con la canna mozzata: due delle tre cartucce a disposizione sono state utilizzate, la prima contro la ex moglie, la seconda contro se stesso, la terza è rimasta nel fucile.

La casa della tragedia tra coniugi presso Ostuni (3)-2

Salvatore Natola era originario di Carovigno e faceva il meccanico, dopo anni di lavoro a Torino. La ex moglie è di Ostuni, e fa la casalinga. Erano sposati da sette anni, una convivenza che ormai potrà essere indagata solo ai fini della chiusura del fasciolo delle indagini data la morte dell'autore del reato. Forse c'è stato qualche episodio di violenze in famiglia, su cui il fratello di Natola minimizza considerandoli episodi marginali e non gravi.

Nella casa di campagna dove si è consumato il dramma c'era ben poco: un frigo vuoto, un letto, un divano, neppure una cucina. Resta da capire perchè Maria Franca Colucci e Salvatore Natola si siano incontrati lì stamattina. Il fatto che l'uomo fosse armato lascia sospettare la premeditazione. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento