Cronaca

Marito violento da 13 anni finisce in carcere

SAN DONACI – Per 13 anni ha subito violenze fisiche e psicologiche da parte del marito. Solo lo scorso 24 febbraio, in seguito all’ennesima aggressione, è finito l’incubo di una donna residente a San Donaci. Il 50enne B.M., bracciante agricolo del posto, è stato raggiunto stamani da un’ordinanza di custodia in carcere firmata dal gip del tribunale di Brindisi, Paola Liaci, su richiesta del pm Valeria Farina Valaori.

San Donaci

SAN DONACI - Per 13 anni ha subito violenze fisiche e psicologiche da parte del marito. Solo lo scorso 24 febbraio, in seguito all'ennesima aggressione, è finito l'incubo di una donna residente a San Donaci. Il 50enne B.M., bracciante agricolo del posto, è stato raggiunto stamani da un'ordinanza di custodia in carcere firmata dal gip del tribunale di Brindisi, Paola Liaci, su richiesta del pm Valeria Farina Valaori. L'arresto è scattato al culmine di una rapida attività investigativa condotta dai carabinieri della stazione di San Donaci diretti dal maresciallo Francesco Lazzari. Lunedì scorso, la malcapitata si è recata in Pronto soccorso con una contusione all'addome refertata con 7 giorni di prognosi.

Il marito, incurante della presenza in casa del figlio minorenne, aveva schiaffeggiato la consorte, spingendola per terra. Non era la prima volta, purtroppo, che si verificavano episodi simili. Nella denuncia sporta in caserma, la vittima ha riferito di aver subito almeno altre 6-7 aggressioni di recente. Per non parlare poi delle violenze verbali. Già nel 2004, del resto, la sandonacese aveva chiesto aiuto ai carabinieri per l'atteggiamento violento del marito. In quel caso, però, considerata anche la normativa dell'epoca in materia di maltrattamenti in famiglia, B.M. se la cavò con un provvedimento di allontanamento dalla casa famigliare. Dopo un po' di tempo, i due, dalla cui unione sono nati 3 figli (un maschio e due femmine), sono tornati a vivere insieme.

Ma il bracciante, a quanto pare, non ha messo la testa a posto. Questi anzi, come confermato anche da alcuni vicini ascoltati dagli investigatori, ha continuato ad assumere un comportamento violento nei confronti della moglie. Lunedì scorso, l'uomo ha superato ogni limite. E per lui, adesso, si sono aperte le porte della casa circondariale di Brindisi in via Appia, con l'accusa di maltrattamenti in famiglia.

 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marito violento da 13 anni finisce in carcere

BrindisiReport è in caricamento