Cronaca

Marito violento: i figli chiamano i carabinieri e scatta l'arresto

Maltrattava la moglie in continuazione. Un giorno, al culmine della follia, l’ha presa a cinghiate, schiaffi e pugni. I carabinieri della stazione di Erchie hanno posto fine all’incubo di una bracciante agricola del posto che non riusciva a liberarsi dalla morsa di un marito violento

I carabinieri della stazione di Erchie

ERCHIE – Maltrattava la moglie in continuazione. Un giorno, al culmine della follia, l’ha presa a cinghiate, schiaffi e pugni. I carabinieri della stazione di Erchie hanno posto fine all’incubo di una bracciante agricola del posto che non riusciva a liberarsi dalla morsa di un marito violento. Si tratta di un commerciante di 37 anni originario di Mesagne.

L’uomo è stato arrestato nella mattinata odierna in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Brindisi Stefania De Angelis, su richiesta del pm Mario Montinaro.

Per due mesi, fra novembre e dicembre del 2015, la malcapitata ha subito le angherie del coniuge. L’episodio più grave si è verificato quando un giorno, rientrata a casa dopo una dura giornata di lavoro nelle campagne, la donna è stata vittima di un’aggressione di una violenza inaudita.

La catena di maltrattamenti è stata spezzata dai figli adolescenti della coppia. Questi, esasperati e preoccupati dopo aver assistito all’ennesimo raptus d'ira da parte del padre, hanno avuto il coraggio di chiedere l’intervento dei carabinieri attraverso il 115. A quel punto, la bracciante ha sporto denuncia in caserma.

Una volta acquisita la testimonianza della donna, i militari hanno raccolto diverse testimonianze.  Il riscontro decisivo è arrivato dai referti medici attestanti le lesioni subite dalla vittima a seguito delle aggressioni. Gli inquirenti sono riusciti a chiudere il cerchio nel giro di un paio di settimane. E stamani per l’indagato si sono aperte le porte della casa circondariale di Brindisi in via Appia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marito violento: i figli chiamano i carabinieri e scatta l'arresto

BrindisiReport è in caricamento