Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

"Marlboro-lire", maxisequestro di beni

BRINDISI – Otto milioni di euro. A tanto ammonta il sequestro di beni, in applicazione della normativa antimafia, eseguito dal Nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza nell'ambito dell'operazione Atlantide II. Si tratta di un sequestro anticipato di beni – quello eseguito dai militari guidati dal maggiore Gabriele Sebaste, eseguito su provvedimento emesso dal presidente del tribunale di Brindisi, nei confronti di un brindisino gravato da precedenti penali per riciclaggio di proventi derivanti dal contrabbando di sigarette.

BRINDISI - Otto milioni di euro. A tanto ammonta il sequestro di beni, in applicazione della normativa antimafia, eseguito dal Nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza nell'ambito dell'operazione Atlantide II. Si tratta di un sequestro anticipato di beni - quello eseguito dai militari guidati dal maggiore Gabriele Sebaste, eseguito su provvedimento emesso dal presidente del tribunale di Brindisi, nei confronti di un brindisino gravato da precedenti penali per riciclaggio di proventi derivanti dal contrabbando di sigarette.

I militari della tributaruia, in particolare hanno sequestrato: una villetta a schiera di 9 vani strutturata su tre livelli (al rione Casale); cinque terreni per quasi 9 ettari di estensione; quote societarie di tre imprese con sede a Brindisi operante in campo portuale; disponibilità finanziarie per 6,5 milioni di euro per un valore complessivo di circa 8 milioni di euro. Tutti i particolari saranno resi noti in una conferenza stampa, nella sede del comando provinciale della guardia di Finanza di Brindisi, presieduta dal procuratore capo della Repubblica Marco Dinapoli.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Marlboro-lire", maxisequestro di beni

BrindisiReport è in caricamento