rotate-mobile
Cronaca

Marò, altre due settimane di arresti

KOCHI – Come ampiamente previsto, la carcerazione preventiva per i marò pugliesi del Reggimento San marco, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, è stata estesa per altri 14 giorni su ordine del magistrato di Kollam, davanti al quale i due militari sono comparsi stamattina. Mentre è iniziata davanti all'Alta Corte del Kerala l'udienza per il ricorso italiano sulla giurisdizione nella vicenda dei due pescatori uccisi, secondo le autorità indiane, dal fuoco del nucleo antipirateria della Marina Militare italiana imbarco sulla petroliera Enrica Lexie.

KOCHI - Come ampiamente previsto, la carcerazione preventiva per i marò pugliesi del Reggimento San marco, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, è stata estesa per altri 14 giorni su ordine del magistrato di Kollam, davanti al quale i due militari sono comparsi stamattina. Mentre è iniziata davanti all'Alta Corte del Kerala l'udienza per il ricorso italiano sulla giurisdizione nella vicenda dei due pescatori uccisi, secondo le autorità indiane, dal fuoco del nucleo antipirateria della Marina Militare italiana imbarco sulla petroliera Enrica Lexie.

Il collegio dei legali che rappresentano l'Italia in questo procedimento, guidato dall'avvocato Suhail Dutt, ha già depositato ieri le proprie controdeduzioni , e stamani discute la propria tesi circa l'inapplicabilità della legge indiana in acque internazionali e nei confronti di una nave e di militari italiani in servizio antipirateria, secondo quanto previsto dalla normativa vigente. Ammesso sempre che la responsabilità italiana venga acclarata nell'altro giudizio in corso davanti al magistrato del Kollam e alla luce delle perizie effettuate, l'incidente è avvenuto fuori dalle acque territoriali indiane.

L'India, almeno sino a questo momento, afferma invece la propria competenza. Dovrà essere quindi anche la diplomazia a sciogliere questi nodi, mentre tra i due Paesi si sta invece sviluppando la massima collaborazione per risolvere il caso dei due cooperanti rapiti dalla guerriglia maoista Claudio Colangelo e Paolo Bosusco.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marò, altre due settimane di arresti

BrindisiReport è in caricamento