rotate-mobile
Cronaca

Marò, dura reazione indiana

NEW DELHI - Il primo ministro indiano Manmohan Singh ha dichiarato oggi che la situazione creata dal governo italiano rispetto alla vicenda dei due marò è ''assolutamente inaccettabile''. Singh ha commentato la questione su richiesta di alcuni parlamentari indiani del gruppo Left (Sinistra).

NEW DELHI - Il primo ministro indiano Manmohan Singh ha dichiarato oggi che la situazione creata dal governo italiano rispetto alla vicenda dei due marò è ''assolutamente inaccettabile''. Singh ha commentato la questione su richiesta di alcuni parlamentari indiani del gruppo Left (Sinistra). A loro il premier ha detto che chiederà al ministro degli Esteri Salman Khurshid di sollevare la questione con l'Italia.

Il partito dell'opposizione indiana di centrodestra ha detto oggi che il rifiuto dell'Italia di far ripartire i marò' ''e' un tradimento'' e ''un inganno contro la Corte Suprema dell'India''. lo ha detto il portavoce del Bharatya Janata Party (Bjp), Rajiv Pratap Rudy, ai giornalisti indiani.

''Gli italiani pensano che l'India sia una repubblica delle banane'' ha aggiunto. Il Bjp chiede inoltre al governo ''che si impegni a far processare i due militari italiani in India''.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marò, dura reazione indiana

BrindisiReport è in caricamento