rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca

Marò: “Sereni e parlano con famiglie”

TRIVANDRUM – I due marò italiani che da lunedì sono alloggiati in una “zona Vip” del carcere di Trivandrum, stanno bene, sono distesi e parlano quotidianamente con le famiglie. Lo avrebbero constatato oggi alcuni giornalisti a Trivandrum, capitale dello Stato del Kerala. Il breve incontro è avvenuto nel primo pomeriggio locale, quando Massimiliano Latorre e Salvatore Girone hanno ricevuto il cibo e la visita di legali e funzionari di polizia e Marina italiani. Nella stanza del sovrintendente della polizia del carcere, i marò hanno ricevuto due cellulari con cui hanno chiamato le famiglie, aggiornandole sul processo in corso e sulle loro condizioni.

TRIVANDRUM - I due marò italiani che da lunedì sono alloggiati in una "zona Vip" del carcere di Trivandrum, stanno bene, sono distesi e parlano quotidianamente con le famiglie. Lo avrebbero constatato oggi alcuni giornalisti a Trivandrum, capitale dello Stato del Kerala. Il breve incontro è avvenuto nel primo pomeriggio locale, quando Massimiliano Latorre e Salvatore Girone hanno ricevuto il cibo e la visita di legali e funzionari di polizia e Marina italiani. Nella stanza del sovrintendente della polizia del carcere, i marò hanno ricevuto due cellulari con cui hanno chiamato le famiglie, aggiornandole sul processo in corso e sulle loro condizioni.

Tale opportunità, si è appreso, viene loro concessa tutti i giorni durante l'orario delle visite senza controlli sulle persone chiamate. Rispetto al primo incontro con i giornalisti italiani del 6 marzo, Latorre e Girone sono apparsi più sereni e sorridenti, segno evidente di un miglior assorbimento del "colpo" del trasferimento in una zona carceraria.

I responsabili del centro di detenzione hanno insistito ancora oggi che la residenza a loro assegnata, che "si trova nella zona meridionale dell'ospedale" costituisce "un trattamento Vip", dove hanno libertà di movimento e dove utilizzano in permanenza la divisa di ordinanza. Dopo le telefonate è cominciata una riunione di lavoro con i responsabili italiani.

L'arresto dei marò in India e più in generale la pirateria nell'Oceano Indiano saranno alcuni dei temi sui quali la plenaria del Parlamento europeo mercoledì prossimo chiederà lumi a Catherine Ashton, ministra degli esteri Ue.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marò: “Sereni e parlano con famiglie”

BrindisiReport è in caricamento