menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mette a soqquadro il commissariato e ferisce due poliziotti: straniero in manette

Fermato dopo aver aggredito l'avventore di un bar che aveva preso le difese di un'amica, l'uomo, un marocchino di 30 anni, ha anche tentato di impossessarsi di una pistola d'ordinanza

OSTUNI – Ha ferito due poliziotti, ha tentato di impossessarsi della pistola d’ordinanza di un agente, ha danneggiato un mezzo e provocato danni anche in commissariato. Protagonista di queste scorribande è stato il marocchino Mohammed Danmar, 30 anni, residente a Ostuni. L’uomo nella tarda serata di mercoledì aveva infastidito i clienti di un pub della Città Bianca, aggredendo un cliente intervenuto in difesa di un’amica. Una pattuglia si è subito recato sul posto e dopo avergli chiesto, senza ottenere risposta, di esibire i documenti di identità, lo hanno condotto, a fatica in commissariato.

Qui il migrante ha cominciato a dare in escandescenze. All’interno di un ufficio, infatti, il 30enne ha colpito un poliziotto in un occhio, ha DAMNAR Mohamed classe 1986-2capovolto un tavolino e altri arredi ed è riuscito a strappare i gradi dalla divisa di un agente, minacciando i presenti di morte. Dopo aver immobilizzato, gli agenti lo hanno nuovamente caricato a bordo di un mezzo di servizio per condurlo a Brindisi, per essere fotosegnalato (visto che continuava a rifiutarsi di dire le proprie generalità). Ma anche nella vettura il marocchino ha continuato a dare in escandescenze, prendendo a calci il tettuccio e i finestrini.

I poliziotti quindi non hanno potuto far altro che tornare al commissariato, dove, dopo un tentativo di sottrarre la pistola a un poliziotto, Danmar è stato bloccato e identificato. Una volta espletate le formalità di rito, i poliziotti, di concerto con il pm di turno del tribunale di Brindisi, lo hanno accompagnato presso la casa circondariale di Brindisi, con le accuse di danneggiamento aggravato, lesioni, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. 

Nella giornata odierna, Danmar, difeso dall'avvocato Francesco Sabatelli, si è presentato davanti al gip del tribunale di Brindisi, che ha convalidato l'arresto, rimettendo lo straniero in libertà.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento