menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il gommome sequestrato

Il gommome sequestrato

Maxi sequestro di droga dopo inseguimento in mare: due arresti

Sette quintali di marijuana del valore di 7 milioni di euro sono stati intercettati al largo di Bari dalla guardia di finanza. Arrestati due scafisti albanesi

BARI – I finanzieri del Reparto aeronavale di Bari (Roan) al comando del colonnello Maurizio Muscarà hanno assestato un altro colpo ai trafficanti di droga attivi lungo l’asse Puglia – Albania. Ben 7 quintali di marijuana per un valore di circa 7 milioni di euro si trovavano a bordo di un grosso gommone condotto da due albanesi (K. T. di 45 anni, e Q.D, 40, entrambi di Valona) intercettato giovedì sera (17 marzo) mentre procedeva verso il litorale di Bari.

Le acque erano pattugliate dalle unità del Roan, in collaborazione con quelle del Gruppo Aeronavale di Taranto specializzato in operazioni a foto 01-2largo raggio, nonché Centro di coordinamento locale per l’operazione “Triton” dell’Agenzia Europea Frontex. Nell’ultimo periodo, alla luce dell’allerta terrorismo e del rischio che possa intensificarsi la tratta di esseri umani dopo la chiusura della rotta balcanica seguita fino a poche settimane fa dai profughi siriani, i controlli si sono fatti ancor più stringenti. 

IL VIDEO DELL'ARRESTO

Ad insospettire i finanzieri è stato il fatto che il natante, diretto verso Bari, procedeva a luci spente. Alcune motovedette, pertanto, si sono avvicinate per eseguire un controllo più accurato ma, alle intimazioni di “alt” per tutta risposta, il potente gommone, ha aumentato la velocità nel tentativo di raggiungere rapidamente terra. 

Ne è scaturito un movimentato inseguimento, reso ancor più difficoltoso dalle cattive condizioni del mare. Il gommone, nonostante le pericolose manovre e repentini cambi di rotta effettuati, non è riuscito a sfuggire alla cattura.

A bordo del mezzo sono stati rinvenuti numerosi involucri pieni di marijuana e diverse taniche di benzina. Natante e responsabili venivano condotti presso gli ormeggi del reparto navale delle fiamme gialle, nel porto di Bari. 

Gli stranieri  sono stati arrestati per traffico internazionale di stupefacenti e violazione delle norme sulla sicurezza della navigazione. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Bandiera Blu 2021: ecco le migliori spiagge nel Brindisino

Alimentazione

I motivi per cui il peso varia da un giorno all'altro

Attualità

Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Omicidio dell'ex carabiniere: indagate due persone nel Brindisino

  • Emergenza Covid-19

    Covid in Puglia, ancora alto il numero dei decessi: sono 36

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Economia

    Mama Park e GolosOasi: la famiglia Dellomonaco vi aspetta

  • social

    Mesagne, “Il forno di Erasmo” sulla guida Gambero Rosso

  • social

    Bandiera Blu 2021: ecco le migliori spiagge nel Brindisino

Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento