menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mensa scolastica, ticket ridotti: ecco le nuove tariffe

Da un minimo di 0,78 a un massimo di 3,93 euro. Duemila utenti al giorno. Il servizio partirà l'8 ottobre

BRINDISI – Sforbiciata ai ticket della mensa scolastica a Brindisi e riduzione delle tariffe chieste alle famiglie, come diretta conseguenza della riduzione del costo del singolo pasto offerto dalla Serenissima ristorazione spa, la nuova società che gestisce il servizio. Il servizio partità il prossimo 8 ottobre.

Il taglio dei costi

Il centro cottura comunale di via Basento 2-2-2Il cambio nella titolarità dell’appalto permette al Comune di risparmiare un euro e 71 centesimi rispetto al costo relativo alla gestione precedente affidata alla Markas, pari a 5,49 euro. “Prezzo che comprendeva l’ammortamento dei costi delle opere di completamento e allestimento del centro cottura in via Basento”, sottolineano dalla sede dell’ufficio Pubblica istruzione di Palazzo di città. Prezzo aumentato da gennaio dello scorso anno per effetto dell’adeguamento alle variazioni Istat (costo della vita) a 5,58 euro e poi da gennaio scorso a 5,78.

Le nuove tariffe

La riduzione nel costo ha permesso di tagliare i ticket chiesti alle famiglie degli studenti che usufruiranno del servizio mensa. Le nuove tariffe, ridefinite per scaglioni di reddito, sono le seguenti, con una previsione di duemila utenti al giorno.

Con riferimento al valore Isee (indicazione situazione economica equivalente) sino a 4mila euro l’anno, la tariffa per il singolo pasto è pari a 0,98 euro (Iva compresa), quella da applicarsi ai figli successivi al primo che usufruiscono del servizio è di 0,78. Il Comune ha stimato la somministrazione di 386 pasti nel primo caso e di 50 nel secondo.

Per l’Isee da quattromila sino a ottomila euro, i ticket sono pari rispettivamente a: 1,50 e 0,93 euro. La previsione è di 370 pasti nel primo caso e di 55 nell’altro. Con Isee da 8.001 a 15mila euro, i ticket sono pari a 2,32 e a 1,40 euro rispettivamente. La previsione è di 350 pasti nel primo e 60 nell’altro caso. Con Isee da 15.001 a 30mila euro, i ticket sono pari a 3.04 e a 2,08 euro. La previsione è di 340 più 49 utenti al giorno. Infine, con riferimento a un valore Isee superiore a 30mila euro, i ticket sono pari a 3,93 e a 2,99 euro. La previsione in questi casi è di 300 più 40 pasti.

L’appalto

Rita Ortenzia De Vito-4Le variazioni sono state deliberate dalla Giunta il 25 settembre scorso, su proposta del vice sindaco Rita Ortenzia De Vito, titolare della delega alla Pubblica Istruzione.

Per effetto delle riduzioni, subiranno una diminuzione i proventi per 85mila euro, destinati a incidere su circa tre mesi nel corrente esercizio finanziario. Le entrate, stando a quanto conteggiato a Palazzo di città, sono pari al 55 per cento delle spese previste.

La società Serenissima, con sede a Vicenza, si è aggiudicata l’appalto per la durata di tre anni, per un milione e 134mila euro l’anno, oltre Iva e oneri della sicurezza, offrendo il prezzo di 3,78 euro a pasto, oltre Iva.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento