menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mercatino di Natale sotto tono, il Comune riduce gli affitti per le casette

Importi iniziali tagliati del 40 per cento: delibera della Giunta per incentivare le presenze in piazza Vittoria

BRINDISI – Sforbiciata del 40 per cento sugli affitti per le casette in legno del mercatino di Natale, versione 2018. Il Comune sperava che il cambio di passo nell’organizzazione, con gestione diretta dell’iniziativa, fosse motivo di successo. Niente da fare. Stenta a decollare.

I nuovi costi

Su 16 casette, ce ne sono diverse ancora chiuse o perché non ci sono state prenotazioni oppure perché sono state annullate. L’Amministrazione, di conseguenza, è corsa ai ripari e lo ha fatto con una manovra correttiva dei costi, deliberata dalla Giunta, su proposta dell’assessore alle Attività produttive, Oreste Pinto.

Il canone di locazione per l’affitto di una casetta nel periodo compreso tra il 4 e il 12 dicembre è sceso da 400 a 200 euro. Per il secondo periodo, quello che va dal 13 al 25 dicembre, il prezzo è stato ridotto da 500 a 300 euro. Infine, per il terzo periodo, dal 26 dicembre al 6 gennaio, l’importo è stato tagliato da 400 euro a 250.

L’obiettivo

La correzione porterà al risultato? A Palazzo di città sperano di riuscire a centrare l’obiettivo per ricreare l’atmosfera del Natale nella zona centrale di piazza Vittoria, location scelta per allestire il mercatino di Natale dove hanno trovato spazio anche le pettole, inizialmente escluse. Per quale motivo Brindisi non può avere il suo mercatino di Natale? Perché i brindisini scelgono altre zone del Brindisino e del Leccese per passeggiare alla ricerca dei regali da mettere sotto l’albero?.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento