menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Droga, munizioni e reperti archeologici: dopo la denuncia, scatta l'arresto

In casa di un 49enne di Mesagne i carabinieri avevano sequestrato 11 reperti archeologici, marijuana e 128 cartucce per fucile di diverso calibro

MESAGNE - Si sono aperte le porte del carcere di Brindisi per il 49enne di Mesagne, Marco Corbezzolo, già agli arresti domiciliari, ai quali i carabinieri della stazione di Mesgane hanno sequestrato 11 reperti archeologici di vario tipo risalenti all'età messapica. A casa di Corbezzolo, durante la perquisizione, erano stati ritrovati, anche, 128 cartucce per fucile di diverso calibro e 14,8 grammi di marijuana nascosti in parte nella tasca dei pantaloni e in parte trovata sul tavolo della cucina. Per questo l'uomo era stato denunciato. Ma oggi l'ufficio di sorveglianza di Lecce ha disposto per il 49enne un’ordinanza di carcerazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Francavilla Fontana: nuove opportunità contro la povertà educativa

Attualità

San Donaci, compie 100 anni: auguri a nonna Giovanna

Ultime di Oggi
  • settimana

    Brindisino muore in carcere a Ibiza. La famiglia: "Si faccia chiarezza"

  • Attualità

    Sport ostaggio del Covid: "Società e giovani abbandonati a se stessi"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento