menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In quattro per rubare un'auto da una località balneare, scoperti e arrestati

Sorpresi dai poliziotti di Mesagne, a Porto Cesareo (marina del Leccese) mentre tentavano di rubare una Fiat Punto Evo, arrestati. Si tratta di Alessandro Carone 34 anni, Gianluca Rubino, 25 anni di Mesagne, Valerio Mingolla 26 anni e Fabio Iurlaro 18 anni di Oria

MESAGNE – Sorpresi dai poliziotti di Mesagne, a Porto Cesareo (marina del Leccese) mentre tentavano di rubare una Fiat Punto Evo, arrestati. Si tratta di Alessandro Carone 34 anni, Gianluca Rubino, 25 anni di Mesagne, Valerio Mingolla 26 anni e Fabio Iurlaro 28 anni di Oria. Sono accusati di tentato furto in concorso, aggravato da violenza sulle cose e dalla commissione del fatto ad opera di 4 persone) e possesso ingiustificato di oggetti atti allo scasso. materiale trovato-2

Nell’auto con cui avevano raggiunto la marina leccese, una Smart Four Four, infatti, i poliziotti hanno trovato otto centraline, cacciaviti, chiavi inglesi ed alterate, un “giratubi” di fabbricazione artigianale e due radio trasmittenti utilizzate per le comunicazioni al fine di sfuggire alle intercettazioni degli investigatori. Mingolla, Rubino e Iurlaro sono stati trasferiti in carcere, per Carone, sono stati disposti i domiciliari. L’arresto è stato operati dagli agenti del commissariato di polizia di Mesagne, diretto dal vice questore Rosalba Cotardo in collaborazione con i colleghi della Squadra mobile della questura di Lecce e rientra in un’attività investigativa tesa proprio a sgominare le bande che da qualche tempo si rendono protagoniste di episodi criminosi. I furti di auto ma anche in abitazioni e attività commerciali sono ormai all'ordine del giorno. In casa dei quattro arrestati è stato trovato altro materiale di provenienza furtiva: un decespugliatore, una moto sega a scoppio, quattro bidoni di zinco di 50 litri l’uno pieni di olio e un compressore. Al momento non sono stati individuati i proprietari. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Le nuove aperture in pandemia, simbolo di coraggio e speranza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento