Minaccia la compagna puntandole un coltello all'addome: finisce in carcere

L'uomo, un 40enne di Mesagne, ha anche intimato di far esplodere l'abitazione aprendo una bombola del gas

MESAGNE – Continue molestie alla compagna e la minaccia di far esplodere la casa. Per questi motivi, i carabinieri della stazione di Mesagne hanno arrestato un 40enne del posto, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal tribunale di Brindisi. Durante le indagini condotte dai militari, a seguito della denuncia sporta dalla donna nell’ottobre scorso, è emerso che l’uomo, dedito all'abuso di alcool, da gennaio 2020 minacciava e molestava la convivente.

In particolare, è emerso che, in due episodi brutali, l’uomo, alla presenza della donna, ha minacciato di far esplodere l'abitazione, aprendo il rubinetto del gas di una bombola che era in casa, oltre ad averle puntato un coltello da cucina all’addome, costringendola ad acquistargli un carica batteria per cellulare. L’uomo è stato trasferito presso la casa circondariale di Brindisi. Deve rispondere dei reati di maltrattamenti e tentata estorsione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta sulla provinciale: deceduto conducente

  • Nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo. La Puglia tornerà arancione

  • Muore a 19 anni dopo forti emicranie: indagati due medici del Perrino

  • Violento impatto fra auto e moto in città: un giovane in ospedale

  • Covid, "furbetti del vaccino": ispezione dei Nas al Perrino

  • Puglia in zona gialla: dagli spostamenti alle aperture di bar, ristoranti e negozi, le regole fino al 15 gennaio

Torna su
BrindisiReport è in caricamento