Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca Mesagne

Scarti di demolizioni edili nella campagna: scatta la denuncia

Lotta dei carabinieri forestali al rifiuto selvaggio: un 71enne aveva scavato una buca in un fondo rustico e l'aveva riempita

MESAGNE - Non è sfuggita alla vista dei carabinieri forestali della stazione di Brindisi, in pattugliamento nell'agro di Mesagne, una "trincea" scavata in un fondo rustico, in cui erano stati scaricati rifiuti di vario tipo, principalmente scarti da demolizioni edili, nei pressi della zona commerciale (contrada Sovareti). Giunti sul posto, i militari vi hanno trovato l'autore del "tombamento" abusivo, C.A. di anni 71, che ha riferito di aver voluto ricoprire un preesistente canale per il deflusso di acque di irrigazioni di serre (non più esistenti), che attraversava i terreni di famiglia.

Dal momento che non vi era nessun tipo di autorizzazione per eseguire i suddetti lavori, i carabinieri forestali hanno proceduto al sequestro penale probatorio del tratto interessato dallo smaltimento illecito di rifiuti, consistenti, oltre che in inerti, in rottami metallici e scarti in plastica, per una superficie di circa 80 metri quadri e una profondità media di un metro e mezzo. Il trasgressore è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Brindisi per gestione di rifiuti non autorizzata, ai sensi dell'articolo 256, comma 1, lettera a) del decreto legislativo numero 152 del 2006 ("Testo unico ambientale").

Sequestro rifiuti Mesagne 2-2

Trattandosi di rifiuti non pericolosi, il denunciato potrà evitare il procedimento penale, per effetto dei benefici introdotti dalla legge numero 68 del 2015, dietro pagamento di una somma di 6.500 euro e la rimozione dei rifiuti secondo le prescrizioni impartite, altrimenti andrà soggetto, in caso di condanna, alla pena dell'ammenda da 2.600 a 26mila euro e dell'arresto da tre mesi a un anno, oltre ovviamente al ripristino dello stato dei luoghi.

I carabinieri forestali segnalano che l'episodio è solo l'ultimo di una serie di accertamenti effettuati dai militari nelle campagne di Mesagne, che hanno visto l'utilizzo illecito di terreni agricoli per lo smaltimento, attraverso scavo e successiva ricopertura, di rifiuti rivenienti soprattutto da cantieri edili, presumibilmente della zona.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scarti di demolizioni edili nella campagna: scatta la denuncia

BrindisiReport è in caricamento