Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Centro Storico

Piazza Mercato, storia infinita: già oltre cinque mesi di ritardo sulla consegna

Come spesso accade, quando si tratta di lavori pubblici, quella relativa al restyling dei capannoni di Piazza Mercato, sembra essere una storia senza fine. Si, perché il complesso che, secondo quanto aveva dichiarato l’assessore alle Attività Produttive Giuseppe De Maria, contattato da BrindisiReport.it lo scorso 21 maggio, sarebbe stato consegnato alla città i primi giorni di giugno, comunque in ritardo rispetto a quello che era il cronoprogramma iniziale, otto mesi di lavori a partire dal 30 aprile 2014, quindi con consegna a dicembre-gennaio

BRINDISI - Come spesso accade, quando si tratta di lavori pubblici, quella relativa al restyling dei capannoni di Piazza Mercato, sembra essere una storia senza fine. Si, perché il complesso che, secondo quanto aveva dichiarato l’assessore alle Attività Produttive Giuseppe De Maria, contattato da BrindisiReport.it lo scorso 21 maggio, sarebbe stato consegnato alla città i primi giorni di giugno, comunque in ritardo rispetto a quello che era il cronoprogramma iniziale, otto mesi di lavori a partire dal 30 aprile 2014, quindi con consegna a dicembre-gennaio.

L'entrata del capannone-2Queste le ultime notizie che giungono da Palazzo di Città, dove  sulla situazione c’è  davvero poca chiarezza. Non si conoscono, infatti, i motivi di tanto ritardo, lo stesso che continua ad impedire la consegna della nuova  struttura. Eppure, montate le saracinesche per i 18 box all’interno dell’edificio:15 per i commercianti ortofrutticoli e 3 per i pescivendoli, realizzati anche gli spazi per il deposito merci, nel mese scorso, secondo quanto appreso, erano giusto gli ultimi dettagli quelli di cui bisognava occuparsi prima di procedere con l’inaugurazione del nuovo edificio in via Pisanelli.

Ma cosa è poi accaduto? Nessuno lo sa, semplicemente per adesso tutto ruota attorno ad un rimpallo di responsabilità tra il Comune di Brindisi e la ditta appaltatrice, la Nicolì Srl di Lequile a cui gli amministratori locali provvederanno a chiedere spiegazioni nelle prossime ore.

Il cartello dei lavori-3“E’ chiaro anche ai nostri occhi – hanno affermato Giuseppe De Maria e Cosimo D’Angelo, rispettivamente assessore alle Attività Produttive e ai Lavori Pubblici – un ritardo nella consegna del nuovo complesso mercatale. Non conosciamo completamente le motivazioni, ma cercheremo quanto prima di fare chiarezza. Abbiamo chiesto, infatti, un incontro con gli operai della ditta proprio per cercare di capirci qualcosa in più e valutare, tra l’altro, sempre se il contratto lo prevede, la possibilità di chiedere alla stessa, il pagamento di apposite penali per il ritardo dei lavori. Non si può andare avanti così: la struttura è pronta e per ultimare piccole opere, dettagli non si può aspettare ancora così tanto tempo.”

A ciò, vale la pena aggiungere, che nei mesi scorsi, la nuova struttura aveva suscitato non poche perplessità tra i commercianti che traslocheranno nell’edificio di via Pisanelli non appena questa sarà pronta. Alcuni hanno più volte definito, infatti,  i box all’interno realizzati veri e propri “loculi cimiteriali”, al contrario di quanto rimarcava l’assessore De Maria che parlava e continua a farlo di un complesso che, non appena pronto sarà “una bomboniera bella ed accogliente.” Insomma, tra polemiche e ritardi questa è un’altra odissea tutta brindisina. Ma non è mai troppo tardi per vedere luce all’orizzonte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Mercato, storia infinita: già oltre cinque mesi di ritardo sulla consegna

BrindisiReport è in caricamento