rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca Ostuni

Messo a soqquadro il Comando dei Vigili urbani, puntavano alla cassaforte

OSTUNI - Puntavano al colpo grosso: forzare la cassaforte del Comando dei vigili urbani della Città bianca, sperando di incassare armi (pistole di ordinanza) e soldi. Cosa siano riusciti realmente a prelevare dagli uffici della Polizia municipale tuttora non è chiaro. Sono in corso, infatti, accertamenti e rilievi al fine di appurare se la banda autrice dell’ardita incursione sia riuscita o meno a trafugare da armadietti e cassetti, ancor prima di tentare di mettere le man sulla cassaforte di sicurezza, oggetti, documenti, soldi o addirittura una o più rivoltelle in dotazione al Corpo dei vigili.

OSTUNI - Puntavano al colpo grosso: forzare la cassaforte del Comando dei vigili urbani della Città bianca, sperando di incassare armi (pistole di ordinanza) e soldi. Cosa siano riusciti realmente a prelevare dagli uffici della Polizia municipale tuttora non è chiaro. Sono in corso, infatti, accertamenti e rilievi al fine di appurare se la banda autrice dell'ardita incursione sia riuscita o meno a trafugare da armadietti e cassetti, ancor prima di tentare di mettere le man sulla cassaforte di sicurezza, oggetti, documenti, soldi o addirittura una o più rivoltelle in dotazione al Corpo dei vigili. La sede dei Vigili è allocata all'interno di un Palazzo di proprietà comunale che ospita anche gli assessorati alle Attività produttive, Servizi sociali e Turismo. E' probabile che i malfattori si siano introdotti nello stabile da una porticina laterale.

Sull'episodio massimo è il riserbo del Comando della polizia municipale. Il Dirigente, Francesco Lutrino, per tutta la mattina è stato impegnato, insieme al personale interno, nelle verifiche di rito, finalizzate anche a stilare un inventario dei danni.

A dare l'allarme, alle prime luci dell'alba, sono stati gli stessi agenti municipali, che nel prendere servizio hanno compreso quanto di grave fosse accaduto appena messo piede sull'uscio dell'Ufficio.

Gli infissi di una delle porte interne che affacciano sul pianerottolo dove è allocato il Comando erano stati seriamente danneggiati. In frantumi anche il vetro blindato dello sportello informazioni del Comando. Ed è proprio da quella finestrella che i banditi sono poi penetrati all'interno delle stanze, facendo razzia e mettendo a soqquadro gli ambienti, sino a tentare il colpaccio: nel mirino la cassaforte. Stando a quanto riferito dagli inquirenti, i malviventi non sarebbero riusciti a portare a termine il disegno criminoso, desistendo dal porre in essere l'assalto finale al forziere, limitandosi a svuotare scaffali, armadietti e cassetti. Assai improbabile, però, che i ladri si siano ritirati in buon ordine a mani vuote.

Sul grave episodio sono in corso indagini da parte degli agenti del Commissariato di polizia di Ostuni, giunti sul posto insieme alla personale della Scientifica. L'attività investigativa, coordinata dal Dirigente, Francesco Angiuli, punta su più fronti. L'ipotesi che possa essersi trattato di un puro atto di vandalismo è quella sulla quale propendono gli inquirenti, anche se non escludono altre piste. Nei prossimi giorni, intanto, spiegano il sindaco Domenico Tanzarella e l'assessore alla Viabilità, Augusto Iaia, saranno adottate misure di sicurezza attorno alla struttura, a partire dall'attivazione di un impianto di videosorveglianza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Messo a soqquadro il Comando dei Vigili urbani, puntavano alla cassaforte

BrindisiReport è in caricamento